Mercoledi, 24 maggio 2017 ore 17:42  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
CRONACA

Ecco come non si differenzia: anzi si peggiora solamente!

La prima settimana di raccolta differenziata finisce come tutti i servizi offerti da questa città: un fallimento peggiore dell'era Vallone!

Ecco-come-non-si-differenzia-anzi-si-peggiora-solamente
Venerdì 19 Maggio 2017 - 15:0

Una settimana bestiale quella che, secondo l’ennesimo annuncio veramente poco intelligente ancor più che disatteso, avrebbe dovuto dare inizio alla raccolta differenziata in città.

Ci saremmo accontentati di iniziare a vedere ordine, buon senso e soprattutto quella buona volontà che si ha ancora la faccia tosta di chiedere ai cittadini; si perché nella settimana della fiera (dove Akrea viene puntualmente chiamata a svolgere un lavoro straordinario per cui è incredibilmente pagata in maniera straordinaria) non dovevamo e potevamo essere i soli ad esser  certi che non si potessero svuotare cassonetti della differenziata ricolmi di topi ed ogni nefandezza da mesi.

Eravamo altresì certi che senza una campagna di reale sensibilizzazione ed una distribuzione di “disponibilità” decente di cassonetti ed incarichi precisi per le isole ecologiche non si potesse proprio annunciare l’inizio (se non di un insuccesso) ed addirittura dare in consegna un calendario già di per se molto discutibile.

Ma eravamo ancora più certi di un terribile disorientamento ulteriore dei cittadini vista l’aggiunta per niente casuale dell’altra operazione di distrazione di massa con gli annunci a pagamento sulla bonifica che ahi loro è stata però completamente affossata dall’operazione Jonny.

Ma, credeteci, che nemmeno dopo l’incredibile e mastodontica papera di sentire il Presidente del Consiglio Comunale ringraziare Sky (unica assieme a noi e la Rai ad essere lì senza essere pagata) parlando di Crotone Calcio e giammai di Scordio e Sacco, non avremmo mai potuto nemmeno immaginare, assieme a Roberto Carta che come al solito ha portato il suo obbiettivo appresso, che sin dal primo mattino del primo giorno dalle 4,30 del mattino si potessero consumare tanti e tali di quelle pratiche che spiegano semplicemente quanto sia impossibile attendersi da questi soggetti un minimo barlume di raccolta decente del tal quale, figuriamoci di differenziata.

Vogliamo premettere che solo chi è istituzionalmente delinquente potrà tentare di scivolare addosso agli operatori Akrea le responsabilità di ciò che stiamo per raccontare e documentare attraverso la già eloquentissima fotogallery Se questa è differenziata (a cura di Roberto Carta) che qui vi linkiamo. Ciò che riassumiamo in questi pochi punti delle bestiali pratiche osservate lunedì 15 maggio scorso primo giorno di differenziata annunciata dall’Onorevole Rocco Gaetani Presidente Akrea e dal Sindaco Ugo Pugliese non può che essere frutto di assoluto pressappochismo ed inadeguatezza a svolgere qualsiasi ruolo di organizzazione di qualsiasi servizio.

Anche il peggiore del peggior periodo dell’era vandala di Vallone avrebbe almeno convocato tutti gli operatori del servizio ed avrebbe chiesto loro il massimo dell’impegno e dell’attenzione possibile anche, se non soprattutto, dal punto di vista del comportamento personale e di squadra.

Ultima doverosa premessa prima del cinico racconto dell’inizio della settimana bestiale; abbiamo atteso fino ad oggi per due ragioni non meno allucinanti di tutto ciò che sta accadendo attorno ai servizi che il Comune di Crotone dovrebbe offrire:

1)      sin dal primo montaggio delle foto che avevamo raccolto abbiamo contestualmente sentito qualche servizio(?) tv che faceva invece notare che iniziava a ripulirsi qualche angolo di città e dunque abbiamo cercato di inseguire queste notizie diverse che, come documentato da queste due ultime foto emblematiche  qui di fianco, evidenziava solo che trattavasi di spot mendaci ed ancora più miseri e colpevoli di chi non è in grado di offrire servizi al cittadino;

2)      abbiamo cercato poi di seguire le incredibili comunicazioni che cercavano di giustificare lo scempio che aumentava in città a partire dall’incredibile comunicato dell’Ufficio Stampa del Comune sul  “mancato funzionamento di due compattatori” di mercoledì pomeriggio.

Ecco cosa ci è toccato registrare lunedì 15 maggio dalle 4,30 del mattino:

1)      fino alle 13,30 di lunedì TUTTI i cassonetti della carta della plastica e del vetro erano completamente pieni e ricolmi come da mesi;

2)      i primi giri di mezzi Akrea si sono visti solo attorno alle 6 del mattino circa, quasi tutti assembrati su corso Messina con l’idrante intento a ripulire la zona fiera del sotto Regina Margherita con dispendio di una quantità d’acqua riscontrabile dalle pozzangherone ripiene fino ale 16 del pomeriggio;

3)      lo stato pietoso delle due isole ecologiche che pure contengono campane di vetro e cassonetti nuovi anche loro ricolmi di carta, plastica e tal quale;

4)      assoluta disorganicità nella raccolta del tal quale con l’evidente abbandono al vento del rilascio di immondizia sia nel pieno centro città che sul lungomare con l’evidente, atavica insufficiente presenza di recipienti;

5)      fermate degli operatori e mezzi di almeno 25 minuti in bar e rifornimenti di benzina alle 6,50 in attesa dell’apertura dello stesso distributore (ma non si riforniscono il giorno prima i mezzi?);

6)      parcheggio e posteggio in piazzale del Comune dei mezzi elettrici tanto sbandierati qualche settimana fa (qualcuno li ha visti in opera da allora, almeno in qualche campo da golf?);

7) conferimento diretto a Ponticelli seguendo mezzo che a mala pena aveva fatto un giro e mezzo di carico cassonetti; ma quanto e cosa differiamo a Veolia ed in discarica? E per quali obiettivi di risparmio rispetto ai privati? E dove e come differiremo il prossimo materiale differenziato? E che centrano i compattatori con la differenziata?

Facciamo da almeno due anni domande su Akrea, Akros, Soakro, Congesi, i doppioni della buonanima dell'aeroporto, così come su Società Marina spa e tutto il cucuzzaro fallito; continuiamo a denunciare nello specifico che Akrea opera in spregio alla legge visto che è ancora una multiservizi che si occupa di gestione rifiuti (facendo scomparire anche decine di migliaia di euro di spiccioli di parcheggi).

Continuiamo ad attendere risposte decenti che siamo certi non arrivino perchè c'è una Procura che si fa “soffiare” inchieste dalla DDA... Dopo Jonny, siamo persuasi di essere costretti ad attendere in un Franky VIVO E VEGETO questa volta!

Procolo Guida



public/img/fotogallery/galleria2017051921173300_3.jpg
public/img/fotogallery/galleria2017051921173300_2.jpg
public/img/fotogallery/galleria2017051921173300_1.jpg
public/img/fotogallery/galleria2017051921173300_0.jpg

CrotoneInforma.it


ULTIMISSIME
Lungomare d'amare... ...da AKREA!
Martedì 23 Maggio 2017
CrotoneInforma.it
CrotoneInforma.it
CrotoneInforma.it