Sabato, 18 novembre 2017 ore 16:33  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
ARTE E CULTURA

Anche Crotone per la giornata europea della cultura ebraica 2017

Il contributo di Rolando Belvedere sulla Diaspora ebraica come testimonianza universale di identità e dialogo

Anche-Crotone-per-la-giornata-europea-della-cultura-ebraica-2017
Mercoledì 13 Settembre 2017 - 17:0

riceviamo e pubblichiamo:

Quest’anno si ripresenta, ed è alla XVIII edizione, la Giornata europea della cultura ebraica che vede coinvolti 35 Paesi e ottantuno città italiane. Di cui  sette località calabresi. Tra queste  non poteva mancare Crotone. In questo territorio   per secoli fino alla cacciata del 1492 gli ebrei  hanno avuto una presenza sporadica o continua.. Ancora oggi sono rimaste tracce delle antiche comunità a Umbriatico, Strongoli, Caccuri, Santa Severina, Rocca Bernarda,  Petilia Policastro, Mesoraca, Cutro, Belcastro, Capo Rizzuto. Il tema della Giornata è la Diaspora ebraica come testimonianza universale di identità e dialogo. Uno spunto per scoprire la storia dell’esilio dalla Terra d’Israele che ha dato vita a importanti espressioni identitarie all’interno dell’ebraismo e che ha interessato in modo notevole anche l’Italia. Il  fenomeno della Diaspora coinvolse anche , e doppiamente il meridione d’Italia , prima della cacciata. Una storia che è possibile scoprire in particolare in Sicilia, quest’anno capofila della manifestazione. A Crotone il 13 settembre nella sala consiliare  erano presenti  il  prefetto Cosima Di Stani, il vicesindaco e assessore alla cultura Antonella Cosentino che hanno porto i saluti ai relatori. Il rabbino   Umberto Piperno  ha tracciato  temi antropologici e spirituali mediterranei.  Il referente per la Calabria della comunità ebraica di Napoli Roque Pugliese  si è soffermato  sulla Diaspora mediterranea   e a portato i saluti  dei presidenti  dell’Unione delle comunità ebraiche Noemi di Segni e della comunità di Napoli   Lidya Shapirer. Il gruppo musicale dei “Peri Hadar” hanno condotto il pubblico tra gli echi e le melodie  di Ravel eseguite dal maestro Francesco De Stefano . E dei tredici attributi di fede trasmessi dai marrani calabresi  in lingua dialettale eseguiti da Franco Pugliese . La Giornata è un segnale bello e importante in questi tempi complessi  nei quali – si avverte più che mai-la necessità di coltivare il rispetto  per ogni diversità. E favorire iniziative  culturali per diffondere conoscenze  che scalfiscano i pregiudizi e stimolino all’incontro e al confronto. Sebbene  come diceva Einstein,  è più facile dividere l’atomo che spezzare i pregiudizi.

Rolando Belvedere




ULTIMISSIME
Il Warpedo sbarca a Crotone
Sabato 18 Novembre 2017
ECCO IL CIRCO!
Venerdì 17 Novembre 2017
CrotoneInforma.it