Domenica, 19 novembre 2017 ore 02:27  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
POLITICA

Le precisazioni della Vice Sindaco Cosentino sono peggio del primo comunicato

Basta guardare lancio dell'iniziativa, report della Università Mediterranea e si comprende come non sia stata tradita solo la Rubino

Le-precisazioni-della-Vice-Sindaco-Cosentino-sono-peggio-del-primo-comunicato
Sabato 21 Ottobre 2017 - 15:40

Quando si dice che a rimenar troppo la "marmellata" va a finire che...

Se si ha il vizio di non riportare la verità asta guardare lancio dell'iniziativa, report della Università Mediterranea dove è intervenuta la stessa Cosentino e primo comunicato e si comprende come non sia stata tradita solo la Rubino. Basta infatti che si leggano in ordine il comunicato di presentazione della iniziativa (cliccandoci sopra):

Le due giornate di studi e confronti su FERROVIA E CAMMINO DELLA MAGNA GRECIA

poi il report della Università Mediterranea che ha ospitato proprio la professoressa Cosentino nella prima delle tre sessioni (sempre cliccandoci sopra):

13 ottobre Ferrovia e cammino della Magna Grecia Patrimonio dell'Umanità 

poi il report del Comune di Crotone dove spariscono tutti tranne lei, l'Assessore Proto (basta sempre cliccarci sopra):

Il Cammino della Magna Grecia per il Comune è idea propria ed opportunità di sviluppo per il territorio

poi le rivendicazioni della dottoressa Rubino (e ricliccateci sopra):

Il Comune dimentica la paternità dell’idea progettuale del Cammino della Magna Grecia

Ora a zittire le polemiche (definite pure fini a se stesse) guarda caso rispuntano i soggetti che tornano buoni a legittimare amministratori con i comunicatori che a idolatrare sono bravissimi, pure oltre misura.

Peccato che, senza mai rispondere alla Rubino nel merito, si riesca pure a fare l'ennesimo strafalcione di citare male proprio la Rete delle Associazioni FIBC-Ferrovia Ionica Bene Comune che diventa una sigla (sbagliata) e pronta ad essere messa da parte fino al prossimo convegno utile.

Godetevi questo sofistico comunicato e paragonatelo al primo, sempre della stessa fonte:

"Dispiace dover prendere atto della dichiarazione pubblicata su alcuni media a proposito del Convegno Ferrovia e Cammino della Magna Grecia patrimonio Unesco.

Certo non giova alla Calabria, che ha invece bisogno del concorso comune di idee, intelligenze e progetti, piuttosto che disperdersi in polemiche fini a se stesse.

Claudia Rubino nella citata dichiarazione, da una parte rivendica “la paternità dell’idea progettuale” del Cammino della Magna Grecia e l’impegno in tal senso profuso dai volontari,  ma, dall’altra riconosce di aver  “rispolverato” l’idea progettuale solo in seno al gruppo di scrittura autonominatosi poi Energie dal Sud-radicimemoriarinascita, il quale gruppo però, a sua volta, riteneva fondamentale proporla e articolarla in un necessario percorso operativo.

L’obiettivo del gruppo, e qui sta la differenza, non era quello di disegnare immediatamente i cammini, ma di proporre che essi potessero diventare patrimonio dell’Unesco a seguito degli opportuni interventi di istituzioni e associazioni e di una conseguente sensibilizzazione territoriale più ampia. A tal fine il gruppo si è impegnato a costruire una rete dal basso fra istituzioni e società civile.

E allo stesso fine si è adoperata a dare gambe all’idea attraverso convegni organizzati da associazioni – Fibac, Pro loco, Dante Alighieri -, Istituti culturali – Associazione per gli studi superiori filosofici di Napoli, Università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria Comuni  - di Crotone , Locri, Reggio Calabria -, per citarne solo alcuni, in città come Lamezia Terme, Napoli, Reggio Calabria, Locri, Crotone.

L’idea sta camminando al punto che non solo abbiamo più Comuni aderenti al progetto, ma anche la Regione Calabria e lo stesso Mibact si stanno attivando per studiare la fattibilità dell’idea.

Non si comprende pertanto quali siano le preoccupazioni espresse per un presunto “allontanamento dallo spirito del cammino”, considerando che nel valore dell’idea sono anche compresi futuri e auspicabili risvolti economici per uno sviluppo sostenibile e rispettoso dei “tesori della costa jonica”.

Due le proposte: camminare e “mappare” i cammini - di tutta la Calabria? In quanto tempo? – ma anche presentarli  alle istituzioni che, in sinergia con le associazioni, li propongano come Patrimonio Unesco.

Due proposte che possono e dovrebbero ‘camminare’ insieme."

La Vicesindaco e Assessore alla Cultura

Antonella Cosentin




ULTIMISSIME
Il Warpedo sbarca a Crotone
Sabato 18 Novembre 2017
ECCO IL CIRCO!
Venerdì 17 Novembre 2017
CrotoneInforma.it