Le rubriche di Crotone Informa - Sanita' E Salute

Auguri! Prendiamoci il tempo del cuore!

Scegliamo non solo nel 2021, con consapevolezza, quando è il tempo dello scoglio, del mare, della terra ferma, della barca e pure della piattaforma che succhia!

Più informazioni su

Il tempo, secondo il dizionario, è la successione illimitata dei fatti e degli eventi umani; ovvero la durata delle cose, distinta e misurata in periodi. Se la vita fosse un contenitore, esso conterrebbe tempo; il tempo quindi è l’unità di misura della nostra vita. Avete mai provato a chiedervi come impiega il tempo l’essere umano occidentale medio? Si alza presto, corre subito al lavoro, torna a casa per cena, guarda la tv, va a letto presto, per poi ricominciare il ciclo la mattina seguente. Il tutto si svolge a velocità folle: di corsa la mattina, per arrivare in tempo al lavoro; al lavoro, ritmi estenuanti per produrre il più possibile nel minor tempo possibile; a pranzo, fast food per guadagnare tempo. Quanto tempo dunque gli rimane per sè? Intendiamo tempo per amare, conoscere gente, coltivare i propri interessi, insomma, per vivere? La risposta la conosciamo tutti, sta scritta negli occhi di tutte le donne e di tutti gli uomini che vivono in questa parte di mondo. E’ come se noi tutti fossimo rinchiusi in un vagone che corre a velocità folle senza una meta ben precisa; suo unico scopo è viaggiare sempre più veloce, i binari sui quali corre sono il sistema sociale nel quale viviamo. Se dunque la velocità, la fretta, la corsa sono la quintessenza di questo sistema, allora noi preferiamo la lentezza, perché il cuore batte a sessanta battiti al minuto, e nessuno può andare più veloce del proprio cuore senza perdere la propria umanità. Aiutateci a fermare il tempo, riprendiamoci la vita, prendiamoci tempo, tempo, tempo.” (da Tempo tratto da Sanacore di Almamegretta 1995)

Sembra che si conosca il Tempo solo ai Capodanni (10, 9, 8, 7, 6, 5,4…). Sembra che più sono stati brutti quelli passati e più (in quei 10 secondi) dovremmo essere consapevoli di quanto belli saremo capaci di “apprezzare” e valorizzare quello avvenire. Questo fantastico pezzo (di questo fantasmagorico album) di più di 25 anni fa avrebbe aperto dibattiti e “tempi” diversi, soprattutto nel Mediterraneo, “tempodiverso” perché di mezzo a quell’occidente “frettoloso” ed i sud più lenti, solo per forza! Ecco noi ci auguriamo e Vi auguriamo di scoprire il valore del tempo, almeno qualche volta, oltre i Capodanno, dentro, fuori ed attraverso i capidanni!

 

Più informazioni su