Assessore Via su Soprintendenza Archeologica, per le province di Catanzaro e Crotone

Via: "Accolgo con piacere la notizia che la Direzione Generale Archeologia, belle arti e paesaggio del Ministero dei Beni Culturali sta eseguendo le opportune modifiche rispetto all’avviso emanato dal Mibact lo scorso 29 dicembre"

Più informazioni su

Accolgo con piacere la notizia che la Direzione Generale Archeologia, belle arti e paesaggio del Ministero dei Beni Culturali sta eseguendo le opportune modifiche rispetto all’avviso relativo alla selezione per il conferimento di incarichi di collaborazione di archeologi, architetti, assistenti di cantiere, ingegneri, storici dell’arte e tecnici contabili emanato dal Mibact lo scorso 29 dicembre (LINK) – dichiara l’assessore alla Cultura Rachele Via.

L’assessore nei giorni scorsi aveva indirizzato una nota alla Direzione Generale Archeologia, belle arti e paesaggio del Ministero dei Beni Culturali e per conoscenza al sottosegretario di Stato Anna Laura Orrico per chiedere i motivi per i quali l’avviso di selezione per il conferimento di incarichi di collaborazione di archeologi, architetti, assistenti di cantiere, ingegneri, storici dell’arte e tecnici contabili emanato dal Mibact lo scorso 29 dicembre anziché, come logica imporrebbe, indicare come sede Crotone per la destinazione del nuovo personale è stata indicata Cosenza. L’assessore nella sua nota evidenziava che lo scorso 16 dicembre Crotone è stata oggetto di sopralluogo da parte del direttore generale dei musei dr. Massimo Osanna al quale hanno partecipato il dott. Salvatore Patamia Segretario Regionale del Mibact, il dott. Filippo Demma direttore del parco Archeologico di Sibari, il dr. Gregorio Aversa diretto del parco Archeologico di Crotone che con la stessa assessore hanno verificato la logistica dei locali destinati ad ospitare la sede della Soprintendenza. L’assessore inoltre, ricorda nella nota, che conformemente al documento conclusivo del Consiglio d’Europa del novembre 2018 che riconosce alla cultura un ruolo chiave per la costruzione di una società inclusiva la scelta del Mibact in merito a Crotone come sede della Soprintendenza risponde ad una attenzione a prospettive di sviluppo sostenibile per un territorio il cui patrimonio culturale ed archeologico è inestimabile.

Questa opportuna modifica della Direzione Generale del Ministero è un ulteriore tassello per l’istituzione della sede della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le province di Catanzaro e Crotone nella nostra città per la cui logistica stiamo lavorando da tempo. La nostra attenzione in questi mesi è stata massima perché consideriamo strategica per le politiche culturali dell’intera Regione la presenza a Crotone della sede della Soprintendenza – dichiara l’assessore alla Cultura Rachele Via.

 

 

Più informazioni su