Quantcast

La cultura del dono passa anche attraverso la sensibilità dei giovani

Il convegno-incontro, all'interno della Sala Consiliare, tra i ragazzi dell'Istituto Guido Donegani e l'Associazione Nikol Ferrari. Premiati gli elaborati degli studenti.

Si è tenuta questa mattina nella Sala Consiliare la cerimonia di premiazione, promossa dall’Associazione Nikol Ferrari e patrocinata dal Comune di Crotone, degli studenti dell’Istituto Guido Donegani di Crotone che, attraverso i loro elaborati, hanno contribuito alla riuscita del convegno-incontro di sensibilizzazione alla donazione degli organi e tessuti “La cultura del dono nella comunità“, tenuto dall’Associazione Nikol Ferrari nell’anno scolastico 2019/2020 e inserito nel progetto dell’Istituto “Un ponte per Terabithia“.
Accompagnati dalle docenti Rosanna Frandina e Cristina Adamo gli alunni Mattia Amoruso, Antonio Bagnato, Antonio Colacino, Antonella Mannolo e Sorrentino Myriam hanno avuto modo non solo di ricevere il premio ma anche di poter illustrare al sindaco Vincenzo Voce e agli assessori Rachele Via, Filly Pollinzi e Carla Cortese le proprie riflessioni su un tema così importante come quello della donazione degli organi.

Il presidente dell’Associazione Nikol Ferrari Luciano Formaro introducendo la cerimonia ha avuto modo di evidenziare l’importanza del coinvolgimento dei giovani e delle scuole per creare una cultura diffusa sulla donazione degli organi. A questo riguardo sono numerose le iniziative promosse dall’associazione Nikol Ferrari che vedono protagonisti i giovani. L’associazione nei mesi scorsi ha anche installato una stele commemorativa nel cimitero cittadino che ricorda i donatori d’organi. “Evidenzio, con soddisfazione, l’impegno di questi ragazzi e la loro sensibilità su un tema così importante. Mi complimento con loro e con l’associazione Nikol Ferrari per la grande attenzione con la quale opera in città. Donare gli organi significa salvare altre vite. Oggi si può decidere di fare questo gesto di grande civiltà già nel momento in cui si rinnova la carta d’identità. Una scelta che non è solo un dovere civico, è un atto d’amore” ha detto il sindaco Voce. Nell’occasione l’associazione Nikol Ferrari ha conferito un doveroso e sentito riconoscimento alla giornalista Antonella Marazziti per la sua disponibilità nei confronti dell’associazione.