Quantcast

Presentato il progetto Biblioteca Casa di Quartiere

Via: "Abbiamo lavorato per realizzare questo progetto e proporre un cartellone di eventi di alto spessore che hanno il valore aggiunto di riscoprire luoghi significativi della nostra città e del nostro centro storico in particolare".

Un progetto di avanguardia culturale. E’ la definizione che il Mibact ha dato del progetto “Biblioteca Casa di Quartiere” che questa mattina è stato presentato dall’assessore alla Cultura Rachele Via nella conferenza stampa che si è tenuta presso la Casa della Cultura. Con l’assessore Via erano presenti le funzionarie dell’Ufficio Cultura Carmen Messinetti e Valeria Cassano. Il progetto del Comune di Crotone “Bibliotec@…un libro ovunque” diventa operativo e apre le porte della Biblioteca “Armando Lucifero” alle sue attività. Finanziato dal MIBACT nell’ambito del Piano Cultura Futuro Urbano. Azione Biblioteca Casa di Quartiere, ha avuto avvio già dal mese di novembre 2020, fase preliminare e  propedeutica alle azioni di rimodulazione e adattamento delle attività ai nuovi contesti sanitari imposti dalla pandemia. Prendono ora avvio le attività e i laboratori che si terranno all’interno della biblioteca civica sita presso la Casa della Cultura e in spazi dedicati e disclocati per tutto il quartiere del centro storico. Le attività avverranno nel pieno rispetto della normativa Covid-19. Il progetto fa leva sulla Cultura come strumento di emancipazione e sulla Biblioteca civica come presidio socio-culturale e cuore pulsante delle attività, invitando alla collaborazione civica, e a porre in essere basi solide per la costruzione di un patto sociale di comunità, quale perno fondante per un’azione di crescita collettiva.

Si pone l’intento di intervenire attivamente per costruire opportunità di miglioramento sociale ed economico nei quartieri prioritari e complessi, stimolando l’esercizio del diritto di agire e partecipare dei loro abitanti, coinvolgendoli nella realizzazione e fruizione di progetti e attività culturali e creative. Destinataria del finanziamento è la Biblioteca civica “Armando Lucifero”, ubicata nell’area urbana prioritaria ACE1, coincidente quasi totalmente con il Centro storico cittadino. La biblioteca diviene dunque principale luogo di collaborazione civica e coordinamento delle attività che saranno dislocate per tutto il quartiere, favorendo la coesione e l’inclusione sociale, attraverso il coinvolgimento degli abitanti e la riqualificazione di spazi comunali come la Sala Margherita. Il progetto prevede inoltre il servizio Bibliobus e l’acquisto di attrezzature per la biblioteca comunale . Ampio il partenariato coinvolto dall’amministrazione Voce: . Associazione Amici del tedesco , Circolo Ibis O.d.V., Gak – Gruppo Archeologico Krotoniate, Kromix, Krotografia ETS, Libreria Cerrelli, Liutaio Giuseppe Mungari /G. C. Atelier, Lions Club Hera Lacina, Pantagruel APS, Restauratore Cesare Nicoletta, Rotary Club Crotone, Società Dante Alighieri, Noi mamme e bebè, Arcidiocesi Crotone -Santa Severina e numerose le attività proposte: laboratori ludico-didattici per bambini, seminari e convegni, laboratori di liuteria e restauro, incontri con gli autori, visite guidate per la valorizzazione e la riscoperta del centro storico, laboratori di recupero della memoria orale: proverbi e dialetto, musica e arte. È possibile seguire la calendarizzazione degli eventi, aggiornata di settimana in settimana, sul portale, che è stato presentato nel corso della conferenza stampa, interamente dedicato al progetto: https://bibliotecaarmandolucifero.it/ Il portale fungerà da “Diario di bordo” delle attività.

In questi mesi di emergenza epidemiologica la cultura nelle sue espressioni più belle e partecipative è stata dolorosamente colpita da questo evento. Ma la cultura in tutte le sue forme è più forte.  Abbiamo lavorato per realizzare questo progetto e proporre un cartellone di eventi di alto spessore che hanno il valore aggiunto di riscoprire luoghi significativi della nostra città e del nostro centro storico in particolare. La cultura non si ferma. Non si è mai fermata – ha detto l’assessore Rachele Via.