Quantcast

A Parco Pitagora si discute di orizzonti pitagorici nella polis di Kroton

L’obiettivo primario di questo evento culturale è quello di fornire risposte alle domande che, spesso, la popolazione crotonese si pone su monumenti e archetipi tramandati dalla storia millenaria, talvolta, distrattamente trascurati o non adeguatamente compresi.

L’armonia pitagorica riecheggia sempre più all’interno del Museo e dei Giardini di Pitagora: mercoledì 22 settembre, alle ore 18, si discuterà di orizzonti pitagorici nella polis di Kroton, tra archeologia e architetture templari, insieme a Paolo Nereo Morelli, archeologo presso la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria nonché autore del libro “Le dimore degli dei”. Il volume sarà presentato durante l’incontro moderato dal giornalista Bruno Palermo, con gli interventi del presidente del Consorzio Jobel, Santo Vazzano, dell’assessore alla cultura, Rachele Via, e del Maestro orafo Michele Affidato. L’obiettivo primario di questo evento culturale è quello di fornire risposte alle domande che, spesso, la popolazione crotonese si pone su monumenti e archetipi tramandati dalla storia millenaria, talvolta, distrattamente trascurati o non adeguatamente compresi. Morelli, in tale occasione, offrirà una chiave di lettura nonché una sintesi ragionata, incentrata sulla Sezione Aurea, delle inconfutabili testimonianze sulla sperimentazione e applicazione del Teorema di Pitagora, desunte attraverso l’attento studio delle complesse architetture degli edifici sacri e dell’articolato tessuto urbanistico della polis di Kroton.

picture