Quantcast

XV Itinerario di “Respirare il Centro”: alla scoperta della storia e delle tradizioni foto

Grande partecipazione per l’evento che si è svolto lo scorso 31 Ottobre.

È stato un successo il XV itinerario di “Respirare il Centro”, organizzato dalla Fondazione Santa Critelli Onlus, l’escursione per il centro storico crotonese, che da tempo oramai regala, a chi vi partecipa, un’immersione totale all’interno dei luoghi e delle tradizioni di Crotone.
La larga partecipazione di pubblico, ha reso felici gli organizzatori di questi eventi: Antonio Arcuri e Gianluca Facente, che questa volta hanno dato vita a qualcosa di diverso dal solito.
Per il giorno della vigilia di Ognissanti, infatti, i due divulgatori, hanno chiamato a partecipare ospiti d’eccezione, per poter approfondire meglio alcuni aspetti del percorso effettuato. Sono stati la restauratrice Ramona Martella, lo studioso di Architettura e Topografia Antica Paolo Nereo Morelli ad accompagnare le parole di Facente ed Arcuri, ma non solo. La presenza di Marco Angotti, frontman dei The Yellows, con la sua chitarra, ha allietato ulteriormente la visita per il centro storico.

 Abbiamo avuto tantissima gente, nonostante il lungo ponte festivo – ha dichiarato Antonio Arcuri – Il racconto davanti all’edicola della Madonna di Capo Colonna, in piazza Umberto I, è stato da pelle d’oca. Abbiamo scoperto che la statua è stata collocata in quel posto dopo il terremoto del 1832, costruita inizialmente in legno e poi nella forma attuale in marmo bianco.

L’itinerario ha fatto tappa in Piazza San Francesco, sotto l’Arco Micilotto, nel Palazzo Suriano/Albani e al Bastione Villafranca. Queste “passeggiate” nella storia e tradizione crotonese, sono divenute da tempo, soprattutto, motivo di aggregazione e riflessione su quanto sia vitale il recupero identitario del centro storico cittadino e non solo, ha tenuto a sottolineare Arcuri al termine dell’evento, spiegando poi come da tempo la fondazione stia continuando ad ampliare le proprie attività, agevolando tutti coloro che hanno voglia di presentare un proprio lavoro, che sia esso un libro, una relazione oppure il testo di una canzone. Tutto nel segno del recupero e della valorizzazione della memoria storica del comune pitagorico.

Siamo orgogliosi del successo dell’ultimo libro di Paolo Morelli, componente della nostra Fondazione, “La dimora degli Dei” e siamo in attesa del nuovo libro di Gianluca Facente, dopo il grande successo avuto con “Faillo il Pitionico”.