Per accertare i casi di coronavirus è necessario un doppio tampone: vergogna!

Una imprenditrice ha portato la peste anche a Crotone, tuonano da stamani stolti ed irresponsabili!

Più informazioni su

    di Procolo Guida

    Tre righe ma che fanno una marea di clic.

    Due frasi per riportare una non notizia!

    Mancava solo che il sottotitolo fosse, chiedetemi chi è perché così distribuisci anche tu il panico. Una imprenditrice ha portato la peste!

    E’ dalle 5,40 di questa mattina che un medico mi ha dato la notizia (non certa perché diventa tale solo quando viene verificata da un’altra fonte almeno altrettanto autorevole).

    Sono eroe? O uno stupido per il mio giornale che non ha preso clic e visualizzazioni?

    Penso né uno né l’altro.

    Ho seguito deontologia e buon senso.

    Da padre, soprattutto!

    Tutti noi in questo momento siamo chiamati a dare un contributo molto rigoroso.

    Ma non si è ripetuto mille volte in questo ultimo mese che è necessario fare due tamponi per conclamare il coronavirus?

    E se qualcuno compie qualche sciocchezza avendone avuto notizia in questa maniera?

    E lo ha ribadito il Presidente dell’Ordine dei medici dando anche un warning importantissimo (clicca qua per leggerlo); e se più di qualcuno a rischio sta esagerando con le misure precauzionali? Chi si sta prendendo questa responsabilità di bloccare (o ancora peggio sbloccare) panico ed azioni inconsulte?

    Noi giornalisti abbiamo, come sempre, un ruolo ancora più delicato.

    Spargere notizie non verificate, non solo e non tanto dal punto di vista della veridicità, ma anche e soprattutto nella forma e nelle connesse altre mille verità che l’accompagnano, è assolutamente decisivo.

    Chi paga?

    Ci fa dunque specie e prendiamo le distanze da questa assoluta mancanza di raziocinio.

    Attendiamo dunque che questa notizia del primo caso di coronavirus a Crotone possa essere data dagli organi ufficiali, quali ulteriori precauzioni e verifiche vanno fatte per chi e come era stato a contatto nei giorni scorsi, dove si trova ora e se cambia qualcosa nelle misure di precauzione che è necessario seguire ancora più minuziosamente.

    Più informazioni su