Ciao Clà!

Ad un uomo caro a tutti coloro che lo hanno conosciuto!

Più informazioni su

    “…non c’era niente di cui aver paura e niente di cui dubitare…”

    Ciao Clà! Quando ti si incontrava non dubitavamo mai che potessimo ridere.

    Quando ci fermavamo, la battuta, fulminea e tranchant, era sempre intelligente ed a portata di argomento, quasi mai personalistica.

    Quando parlavi dei tuoi figli cambiavi, quando li osservavi ti si irridiava il mondo!

    Entrare a casa tua e di Anna era festa, festa aperta ai loro talenti, quasi mai ai tuoi che erano insiti, scontati e messi alla berlina dalla sterminata voglia di autoironia.

    Ciao Clà, anche da lassù mi starai già prendendo in giro dicendomi che non c’è niente di cui aver paura, tu che ora nuoti con Angeli dagli occhi neri.

    Ciao Clà, che rabbia e pena non poter abbracciare adesso Manlio, Checco ed Anna, e Lucia; e darti l’ultimo saluto!

    Loro mi passeranno altra musica che avrà il tuo sorriso, il tuo profumo di intelligenza e leggerezza; e balleremo e piangeremo dicendo Ciao Clà.

    Procolo

    Più informazioni su