Quantcast

L’amministrazione Comunale deve tutelare e salvaguardare l’interesse della popolazione giovanile

A scrivere è Giuseppe Palmieri osservatore Arbitri Italiani

Riceviamo e Pubblichiamo:

Le tariffe improntate dal commissario per l’utilizzo degli impianti sportivi sono da considerarsi uno schiaffo alla popolazione crotonese.

Le società sportive presenti sul territorio devono essere messe in condizione di operare in regime semigratuito vista l’importanza sociale e la valenza aggregativa delle stesse.

A Crotone non ci sono molte possibilità per i giovani, se a questo aggiungiamo la negazione di praticare del sano sport allora decretiamo una agonia sempre più evidente di questa città.

Io stesso da ”osservatore arbitrale appartenente ad una associazione sportiva (A.i.A Associazione Italiana Arbitri) posso senz’altro affermare senza smentita alcuna, che lo sport deve essere incentivato in tutti i modi, non osteggiato mettendo gabelle di qualsiasi tipo.

L’amministrazione Comunale (oggi gestita dai Commissari) deve tutelare e salvaguardare l’interesse della popolazione giovanile in modo particolare, non osteggiarne la crescita  !
Compito che spero che la prossima amministrazione comunale, possa prendere come impegno sociale.