Paghiamo qualche libertà che qualcuno si è preso, contraddicendo criteri di prevenzione fondamentali foto

E' il Presidente del CTS a dichiararlo in commissione Cultura alla Camera; sono 1411 i nuovi casi di cui 6 in Calabria.

Più informazioni su

A cura di Simone Carozzo, Analista

Chiarita anche quale equipe nazionale di studio statistico del fenomeno che fa da supporto a ipotesi non solo prettamente sanitarie, ci ha permessi di cercare di ragionare sui numeri del Covid, proseguiamo con il report giornaliero sui dati covid che assicuriamo da più di 4 mesi. Insistiamo a rammentare, a noi stessi innanzitutto, che i numeri sono riferiti a persone e che devono essere letti con criteri oggettivi. Andiamo avanti dunque essendo anche convinti che sia fondamentale cercare di leggere queste cifre sotto una ottica generale viste le tante, troppe, differenze fra territori e che non bisogna fare confusione (riascolta, se vuoi, il video servizio cliccando qua).

I dati di ieri giovedì 27 agosto ci dicono che l’incremento giornaliero dei casi è di 1411 che si registrano maggiormente in Lombardia (286), Lazio (154), Veneto (132), Campania (130), Toscana (99). I decessi sono 5 (+0.01%) distribuiti in Campania (2), Lazio (1), Puglia (1), Veneto (1). I guariti crescono di 225 (+0.11%), i soggetti in isolamento domiciliare crescono di 1105, i ricoveri ordinari di 74, mentre i ricoveri in terapia intensiva diminuiscono di 2 unità. Le persone attualmente positive crescono di 1179 casi. I tamponi odierni sono 94024 con un tasso di positività pari a 1.5%. Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo, in commissione Cultura alla Camera, ha detto: “Stiamo guardando con molta attenzione all’attuale trend epidemiologico, c’è un lieve aumento di casi ma si tratta di dati in fondo attesi. Questa estate è stata vissuta, grazie al clima, in maniera tradizionale e ora probabilmente paghiamo qualche libertà che qualcuno si è preso, contraddicendo alcuni dei criteri di prevenzione fondamentali. La scuola potrebbe produrre un lieve incremento dell’indice di trasmissione.” Pubblicando oggi la mappa dei focolai andiamo a specificare che nella settimana 19-25 agosto, rispetto alla precedente, c’è un incremento del 92,4% dei nuovi casi (6.538 vs 3.399), grazie anche all’aumento dei casi testati (309.127 vs 180.300). Gli indici di positività sono (2.11% vs 1.88%). Relativamente ai dati ospedalieri si conferma il trend in crescita dei pazienti ricoverati con sintomi che è +25%, mentre quelli in terapia intensiva è a +14%. I 6 casi calabresi sono 3 a Reggio, 2 a Cosenza (uno riconducibile al focolaio sardo) ed 1 a Catanzaro (ma di un soggetto residente fuori regione). 89sima giornata senza decessi.

Più informazioni su