Le rubriche di Crotone Informa - Sanita' E Salute

…comunque si assiste, in generale, ad un calo di tutti gli incrementi dei parametri valutatati e valutabili a Crotone foto

Incredibile lentezza della risposta dei tamponi che ancora non possono essere processati in loco...

Più informazioni su

A cura di Simone Carozzo, Analista

Abbiamo prima chiarito quale equipe nazionale di studio statistico del fenomeno che fa da supporto a ipotesi non solo prettamente sanitarie, ci ha permessi di cercare di ragionare sui numeri del Covid e con quali presupposti scientifici (riascolta, se vuoi, il primo video servizio cliccando qua). abbiamo ribadito perché e per come abbiamo terminato il report giornaliero sui dati covid (assicurato per più di 6 mesi) e proseguiamo, oggi assieme a focus specifici, un appuntamento settimanale (clicca qua e riascolta il secondo speciale) Insistiamo, come sempre, nel rammentare che i numeri che abbiamo dato e continueremo a fornire, sono riferiti a persone e che devono essere letti con criteri e su forbici di tempo oggettivabili solo da alcuni aspetti e che non bisogna fare confusione fra dati e cifre periodici e report con valenza scientifica.

L’incremento, a ieri, dei Casi è pari all’1.78%, in crescita rispetto ai giorni scorsi (1.62%), ma in forte diminuzione con la media dell’ultima settimana (2.32%). Da due giorni cala il numero degli ospedalizzati (-0.45%) dovuto alla diminuzione dei ricoveri ordinari, mentre continua a salire quello della terapia Intensiva (+0.4); in ogni caso il dato è minore rispetto all’incremento medio settimanale (+0.71%). Questo ha portato, da un paio di giorni, il rapporto tra ricoveri in terapia intensiva ed in regime ordinario, sopra il 10%; questo dato non si verificava dal 19 aprile (ma in quel caso eravamo in decrescita rispetto ai giorni precedenti). I decessi crescono dell’1.41%, in leggero calo rispetto alla media settimanale che è all’1.43%. Crescono i Guariti (+5.26%), con un tasso maggiore di più di un punto, rispetto alla media settimanale (4.08%). Questo ha provocato, per due volte negli ultimi tre giorni, di avere un saldo positivo tra i Guariti ed i Nuovi Positivi, che “fa leggere”, quindi, un minor numero di attuali positivi. A ieri, calano anche dello 0.85% i soggetti in isolamento domiciliare, a dimostrazione che molti dei soggetti non necessitano di ricoveri: ora è pari al 95% dei attuali positivi. Continua la discesa del tasso di positività dei tamponi, oggi è pari all’11.24%, notevolmente inferiore della media dell’ultima settimana che è del 14.58%. Il famigerato indice Rt nazionale è stabile da qualche giorno a 1.03, in calo dal 15 ottobre.

Molti degli incrementi dei parametri della regione Calabria mostrano un miglioramento nella ultima settimana rispetto a quella precedente e, soprattutto, rispetto all’ultimo mese, l’unico dato da tenere come “sorvegliato speciale” è quello relativo all’occupazione dei posti letto ed in specifico in terapia intensiva; la settimana scorsa abbiamo visto un grosso picco che, fortunatamente, sta diminuendo (questa settimana ha pure un piccolo saldo negativo). Sono pressoché stabili i valori dell’incremento dei Decessi e dei Guariti. Ci sono meno ricoverati oggi che la settimana scorsa, ma è necessario “ricordarci” che il forte incremento dato nel mese di Novembre è dovuto alla riapertura a Crotone del Reparto Covid. Comunque si assiste, in generale, ad un calo di tutti gli incrementi dei parametri valutatati e valutabili a Crotone, ma questo è certamente dovuto alla lentezza della risposta dei tamponi (che ancora non possono essere processati in loco), facendo arrivare le risposte tutte insieme e provocando picchi nel numero di contagi in quei giorni di arrivo e “calma piatta” per il resto del periodo che deve trascorre tra le due risposte. Fortunatamente non si registrano da Aprile decessi per Covid.

Più informazioni su