Quantcast

Largo Macello, profezia di una toponomastica foto

La denuncia dietamente dal sito internet di Akrea. "Chi paga? La collettività, tutti noi".

Più informazioni su

Quando il nome di una via è fedele riproduzione della realtà. Ecco come si presentava qualche giorno fa Largo Macello, in pieno centro cittadino, prima che gli operatori di Akrea effettuassero la pulizia dell’area raccogliendo qualche tonnellata di rifiuti.
A distanza di 48 ore la situazione è esattamente la stessa: montagne di sacchetti, rifiuti speciali e pericolosi (che il gestore non è autorizzato a raccogliere) e tantissimi ingombranti. In particolare, per lo smaltimento di questi ultimi presso le piattaforme specializzate, l’azienda spende mediamente oltre 300mila euro l’anno. Una cifra in continuo aumento.
Chi paga? La collettività, tutti noi. Come dire: il danno e la beffa.

Link Fonte

Più informazioni su