Quantcast

Doppia donazione di ventilatori e borse termiche per i detenuti di Crotone foto

Accolto l'appello del garante comunale Federico Ferraro.

Più informazioni su

Nella mattinata  di mercoledì 27 luglio   sono stati consegnati dalla dott.ssa Rosa Ciccone 150 mini-ventilatori a batteria  e  10  borse termiche  ai detenuti della Casa Circondariale di Crotone. Gli strumenti sono stati immediatamente consegnati nelle celle ai singoli detenuti di Crotone.  Presenti alla consegna oltra la garante comunale dei detenuti Federico Ferraro anche la direttrice della Casa Circondariale Caterina Arrotta, una delegazione di detenuti e del personale del DAP, nonchè degli agenti di Polizia Penitenziaria.
La dott.ssa Ciccone, originaria di Avellino, raccogliendo l’invito del garante dei detenuti avv.to Federico Ferraro, con grande sensibilità ha compiuto un gesto di grande solidarietà e di attenzione verso il prossimo. Un pubblico plauso è stato rivolto alla dottoressa dal garante comunale dei detenuti, soddisfatto per la grande solidarietà rivolta verso la popolazione carceraria, e anche dall’Assessore alle Politiche Sociali Filly Pollinzi  che ha espresso la gratitudine a nome del sindaco e della comunità cittadina. Nella Sala Giunta si è svolta la consegna del gagliardetto del Comune da parte dell’Assessore Pollinzi mentre da parte dell’avv.to Ferraro è stata consegnata in dono una riproduzione delle  pinakes  votive della Magna Graecia raffigurante Persefone, dea del rinnovamento della vita, come auspicio buonaugurale dopo il Covid. L’appello del garante comunale è stato accolto anche dal Comitato crotonese della Croce Rossa Italiana, nella persona del Presidente Sergio Monteleone per la consegna di 10 borse termiche e 20 ghiacciolini, per interessamento  del sig. Aurelio Capogreco.

Questi gesti di solidarietà fanno capire che la libertà deve essere pagata con  la pena della reclusione  e mai con  la dignità dell’essere umano. L’ estate torrida  di quest’anno  ha reso  ancora più difficile la privazione della libertà personale quotidiana e si è pensato di assicurare ai detenuti, attraverso la dotazione di strumenti di refrigerio  un condizione più umana. La donazione delle mascherina anti-Covid in inverno e i ventilatori questa  estate hanno certamente reso  la pena meno afflittiva ed  è stata assicurata la tutela della dignità umana, diritto irrinunciabile per ogni  persona.

Più informazioni su