Quantcast

Avevano allestito in casa un laboratorio per la lavorazione della marijuana: arrestate due persone

Sequestrati 40 chili di marijuana già essiccati.

G.R., di 43 anni, e B.G., di 58, sono stati arrestate con l’accusa di produzione, coltivazione e detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente dai finanzieri del Comando provinciale di Crotone che hanno sequestrato oltre 40 chili di sostanza stupefacente. All’arresto dei due i finanzieri sono giunti grazie all’individuazione, grazie al fiuto del cane antidroga “Val”, di un pacco sospetto in un centro di spedizione.
I militari, su autorizzazione della Procura, hanno ritardato le operazioni di sequestro procedendo alla “consegna controllata” del pacco al destinatario, G.R., residente nel comune di Casabona. Nell’abitazione dell’uomo e di B.G., e nelle relative pertinenze, a seguito di una perquisizione, sono stati scoperti il rudimentale laboratorio con i 40 chili di marijuana già essiccati, confezionati sottovuoto e pronti per la commercializzazione. Nel garage, infatti, era stato realizzato un impianto per l’essiccazione delle piante, alcune delle quali riposte all’interno di cassette in plastica e sottoposte alla costante areazione di due grossi ventilatori, mentre altre erano appese su appositi appendini. Oltre allo stupefacente sono state poste sotto sequestro una macchina sottovuoto e buste in cellophane utilizzate per il confezionamento e due grossi ventilatori usati per accelerare l’essiccazione. La droga sequestrata, se immessa sul mercato illecito, avrebbe fruttato 400 mila euro.