Quantcast

Il Prefetto convoca il Centro Coordinamento Soccorsi

Nel corso della riunione, tenutasi alle ore 18.00, è stata analizzata la situazione in relazione ad eventuali probabili disagi nonché ai potenziali rischi idrogeologici che potrebbero verificarsi in occasione delle previste precipitazioni di carattere eccezionale e di venti forti e mareggiate.

Più informazioni su

In relazione alla diramazione da parte della Sala Operativa regionale del Dipartimento di Protezione Civile dell’avviso di condizioni metereologiche avverse con livello di allertamento codice rosso per l’intera giornata di domani 25 /10/2021 in provincia di Crotone, il Prefetto di Crotone, al fine di effettuare un monitoraggio costante del territorio, ha disposto l’attivazione presso l’Ufficio Territoriale del Governo del Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.). La riunione, presieduta dal Prefetto di Crotone Maria Carolina Ippolito, con la partecipazione del Vice Prefetto Vicario Eufemia Tarsia e del Vice Prefetto aggiunto Roberta Molè, si è svolta alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza), nonché dei rappresentanti della Protezione Civile Regionale, della Provincia, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, della Polizia Stradale, dell’Asp-Suem 118, dell’Anas, di Rete Ferroviaria Italiana, Consorzio di Bonifica Ionio Crotonese, Enel e Tim. Il Centro Coordinamento Soccorsi, costituito a partire dalle ore 18.00 della giornata odierna e fino a cessate esigenze, ha l’obiettivo di analizzare il quadro conoscitivo dell’andamento previsionale delle condizioni meteorologiche con precipuo riguardo ai potenziali rischi idrogeologici e idraulici del territorio provinciale.

Nel corso della riunione, tenutasi alle ore 18.00, è stata analizzata la situazione in relazione ad eventuali probabili disagi nonché ai potenziali rischi idrogeologici che potrebbero verificarsi in occasione delle previste precipitazioni di carattere eccezionale e di venti forti e mareggiate. In particolare, le strade provinciali e quelle di competenza Anas non presentano, allo stato attuale, criticità  per la circolazione stradale. Analogamente, non si riscontrano disagi all’interno dei centri abitati dei Comuni della provincia. Al fine di ridurre i rischi, tutti gli enti preposti alla gestione dell’emergenza hanno provveduto a rafforzare i rispettivi presidi territoriali. Il Prefetto ha, inoltre, richiamato l’attenzione dei Sindaci e dei Commissari Straordinari della provincia, nell’ambito dei territori di competenza, sull’opportunità di attivazione dei Centri Operativi Comunali (C.O.C.).

Più informazioni su