Quantcast

Maltratta per anni la famiglia: giovane crotonese finisce in carcere

Un giovane crotonese è stato accusato di maltratti in famiglia, commessi negli ultimi anni nei confronti dei genitori.

Più informazioni su

I poliziotti dell’U.P.G.S.P. hanno eseguito la misura della custodia cautelare in carcere per un giovane crotonese accusato di maltratti in famiglia, commessi negli ultimi anni nei confronti dei genitori.
A seguito  di un intervento degli operatori della Squadra Volante per una lite tra il giovane e il padre emergeva che si era trattato dell’ennesimo episodio in cui il figlio, tossicodipendente, aveva minacciato ed aggredito il genitore e la sorella, al fine di farsi consegnare somme di denaro che gli servivano per acquistare sostanza stupefacente. A questo punto i poliziotti attivavano immediatamente la procedura d’emergenza del “Codice Rosso” ed all’esito degli ulteriori accertamenti compiuti emergeva che da alcuni anni all’interno del nucleo familiare vi erano stati continui litigi, sfociati, in alcune occasioni, anche in vere e proprie aggressioni perpetrate dal giovane, il quale, in preda a crisi d’astinenza aveva minacciato e percosso il padre al fine di farsi consegnare denaro che gli sarebbe servito per acquistare sostanze stupefacenti. In alcune di queste circostanze il giovane avrebbe minacciato il padre con un coltello e l’avrebbe aggredito provocandogli lesioni per le quali quest’ultimo era stato anche costretto a portarsi presso il locale Pronto Soccorso per le cure del caso. Atteso il quadro indiziario, la locale Procura della Repubblica ha accolto le risultanze probatorie ed ha avanzato richiesta al GIP, il quale  ha emesso il provvedimento restrittivo notificato  all’indagato che è stato quindi condotto presso la locale Casa Circondariale”.

Più informazioni su