Quantcast

L’Istituto Raffaele Lombardi Satriani inserito nella Rete Nazionale Scuole Smart

La Rete Nazionale Scuole Smart si propone di mettere a punto, condividere e diffondere best practises di smart working in ambito scolastico.

Nuovo, importante traguardo per l’Istituto Raffaele Lombardi Satriani, che “festeggia” il suo ingresso nella Rete Nazionale Scuole Smart (RNSS).  Il Liceo Scientifico di Petilia Policastro e di Cotronei – Liceo Linguistico e delle Scienze Umane di Mesoraca, grazie alla lungimiranza della Dirigente Scolastica Antonella Parisi, è il primo tra le scuole della Provincia di Crotone che, il 29 marzo 2021, con delibera del Comitato di Presidenza della Rete, è entrato a far parte della RNSS, che accoglie istituti scolastici prestigiosi di ogni parte d’Italia.
La Rete Nazionale Scuole Smart si propone di mettere a punto, condividere e diffondere best practises di smart working in ambito scolastico, al fine di migliorare il servizio in lavoro agile, e di didattica digitale integrata, anche in funzione del rinnovamento metodologico-didattico delle discipline del curricolo”. La RNSS mira altresì a favorire sinergie ed intese a livello istituzionale, proponendosi di promuovere lo smart learning di concerto con il Ministero dell’Istruzione, con cui intende collaborare anche per definire i confini normativi di suddette attività.
Il 26 febbraio scorso si è svolta in modalità smart, sulla piattaforma Microsoft Teams, la Prima Assemblea Nazionale della RNSS, presieduta dall’Ing. Antonio Iaconianni, Dirigente Scolastico del Liceo Classico “Telesio” di Cosenza, scuola capofila della Rete. Obiettivo della Rete è anche quello di creare un Portale dedicato ed un Osservatorio della RNSS, per la raccolta di informazioni e per il monitoraggio, nonché promuovere attività e laboratori di ricerca e formazione nell’ambito della digitalizzazione e dell’innovazione. Referente per il Liceo “Satriani” è il prof. Aldo Falbo, già animatore digitale dell’Istituto e cultore della materia, il cui contributo in termini di supporto al lavoro dei docenti e degli studenti costretti dalla pandemia a lavorare a distanza sulla piattaforma Teams, è stato fondamentale in questo anno scolastico così difficile.

“Siamo molto soddisfatti di essere entrati a far parte della Rete– commenta la preside Parisi – ora il nostro scopo è quello di coinvolgere altre scuole del territorio in questa innovativa esperienza“Dall’inizio della pandemia da Covid-19- afferma la DS – la Didattica a distanza e la Didattica digitale integrata sono entrate nel vocabolario comune. Queste hanno rappresentato un vero e proprio universo, non sempre semplice da esplorare. L’anno scorso, durante i mesi di lockdown, erano emerse delle criticità (la non uniformità nell’uso delle piattaforme digitali, le oggettive difficoltà nell’usare dispositivi e software in modo massivo, senza la necessaria formazione, sia da parte di alcuni docenti che da parte di diversi alunni). Da settembre, però, il Liceo Raffaele Lombardi Satriani, in linea con le indicazioni ministeriali si è dotato di una piattaforma di Istituto, Microsoft Teams, e di un Piano di didattica digitale integrata complementare alla didattica in presenza anche per l’eventualità di una nuova emergenza. E dunque ciò che era stato fino ad allora legato alla necessità del momento, è diventata un’opportunità. Infatti, pur nella consapevolezza che nulla può sostituire appieno ciò che avviene, in presenza, in una classe, con la didattica a distanza integrata si può sempre dare vita a un “ambiente di apprendimento” nuovo e stimolante. Il nostro liceo è giovane in questo settore – conclude la DS – ma senza dubbio saprà, con la propria expertise, collaborare al meglio con le scuole aderenti alla Rete Nazionale Scuole Smart, per rendere più competitivo il sistema scolastico italiano”. La Prima Assemblea della RNSS ha dimostrato che una scuola nuova è possibile. È la scuola smart: la scuola del futuro, la scuola dell’innovazione. E l’Istituto Raffaele Lombardi Satriani ne sarà fiero e competente protagonista”.