Quantcast

Nasce a Cotronei la Consulta degli Anziani

Il sindaco Nicola Belcastro incontra i sindacati per parlare di terza età, assistenza domiciliare e servizi socio-sanitari.

Più informazioni su

Un incontro proficuo e significativo. Il sindaco Nicola Belcastro, nella mattina di ieri, all’interno del palazzo comunale, ha incontrato i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil per confrontarsi sui temi – dal punto di vista sociale – della terza età.
«L’incontro – spiega Belcastro – si è tenuto a seguito dell’approvazione, da parte di questa amministrazione, della delibera concernente la messa a punto proprio della Consulta degli Anziani e, dunque, nella giornata di oggi, alle sigle sindacali ho chiesto la possibilità di lavorare insieme e sinergicamente. Debbo ulteriormente dare atto che le OOSS hanno svolto una costante azione di stimolo che ha trovato interlocutori interessati nell’amministrazione comunale.
In virtù di quanto detto, non è mancata, da parte loro, risposta favorevole: nel corso della discussione abbiamo già pensato di porre attenzione sulle questioni che riguardano l’assistenza domiciliare integrata e su tutti quei servizi, appunto sanitari e sociali, da porre in essere nei confronti di chi è più fragile. Sono molto entusiasta – prosegue il sindaco – di quanto avvenuto e, ancora una volta, ringrazio Cgil, Cisl e Uil per aver mostrato un caloroso apprezzamento verso il lavoro svolto dall’amministrazione che ho il privilegio e l’onore di guidare».
In particolare, come si evince dalla delibera n. 13 del 25 maggio 2021, la Consulta degli Anziani farà parte, in qualità di organo consultivo per le politiche rivolte alla terza età, dell’amministrazione comunale di Cotronei e, ancora, ne faranno parte, oltre al sindaco o a un assessore delegato, tre consiglieri comunali, un rappresentante per ogni organizzazione sindacale dei pensionati presente sul territorio, due esperti in problemi geriatrici ed un segretario. Compito, tra gli altri, della Consulta sarà quello di promuovere la partecipazione dell’anziano alle politiche sociali dell’amministrazione, nonché di perseguire la realizzazione di un sistema di servizi atti a realizzare una migliore qualità della vita, favorendo così la valorizzazione della persona nella comunità.
«L’obiettivo ultimo – conclude il sindaco Belcastro – è sicuramente quello di non lasciare indietro nessuno, soprattutto i soggetti deboli e più vulnerabili. Gli interventi, nel campo del Welfare e del settore sociale, non possono, del resto, che ampiamente dimostrarlo».

Più informazioni su