Quantcast

Strongoli: Piano Comunale Spiaggia ripreso il procedimento di definizione iniziato nel 2009

"L’obiettivo dell'attuale Amministrazione Comunale, da sempre è quello di predisporre tutti gli strumenti legali e le reali condizioni affinché gli operatori turistici possano realmente agire nel rispetto della legalità e progettare uno sviluppo economico valido e duraturo per il nostro territorio".

Più informazioni su

Nella consapevolezza che, nel territorio di Strongoli, il mare e quindi il demanio marittimo costituiscono una fonte di sviluppo economico molto importante, sin dal primo insediamento, l’Amministrazione comunale si è fattivamente attivata per riprendere il procedimento di definizione del Piano Comunale Spiaggia, iniziato nel lontano 2009 e difatti fermo da molti anni. Esaminando il redigendo Piano, si è riscontrato che era stata prevista una zona di alaggio per imbarcazioni da diporto, in pieno centro abitato e senza spazi per parcheggi, così facendo, inevitabilmente, nel momento in cui il Piano, adottato e corredato con le osservazioni, sarebbe tornato all’esame degli uffici regionali, l’area sarebbe stata stralciata, e poiché non è pensabile uno sviluppo economico privo di area per diportistica, soprattutto nel territorio di Strongoli, che gode di una fascia litoranea di oltre 6 Km di spiaggia e una notevole presenza turistica nel periodo estivo, e per dar voce alle diverse e legittime esigenze del territorio, l’Amministrazione ha intrapreso una fitta interlocuzione con gli uffici regionali, al fine di addivenire all’approvazione di uno strumento urbanistico capace di dare risposte alle istanze del territorio e trovare una idonea soluzione
Così, in seguito all’adozione del PCS da parte della Giunta, anche alla luce delle considerazioni emerse in seguito ad incontri con le associazioni di pesca territoriali, che sollecitavano l’attivazione in tempi celeri di iniziative volte a consentire la realizzazione di un’area attrezzata per alaggio imbarcazioni da diporto e, sentiti gli uffici regionali, si è proposto al Consiglio, l’adozione del PCS. Difatti nella seduta consiliare del 09.06.2022, si è adottato il PCS, al fine di dare seguito alla indispensabile richiesta di parere di concessione in area demaniale. Pertanto con nota del 18.06.2021 si è inviata nota al Demanio Marittimo della Regione Calabria che a sua volta, in data 30.06.2021 ha suggerito di avviare la procedura per la Valutazione di incidenza (VINCA).

Pertanto, è stato conferito incarico per procedere in tal senso e l’11 agosto 2021, la Regione ha emesso parere favorevole di valutazione di incidenza con prescrizioni. Orbene, tale parere ha una valenza fondamentale nella procedura di definizione del PCS, in quanto consente di individuare le parti di demanio marittimo idonee per area attrezzata per Kite Surf e Alaggio barche, spostandola dalla zona originariamente prevista in prossimità di abitazioni private e priva di idonei parcheggi. Un parere che, nelle more dell’approvazione del PCS consente l’attivazione di procedure ad evidenza pubblica per il rilascio di concessioni temporanee ai sensi dell’art 14 della L.R. 17/2005 e s.m.i..
Un Parere, quindi, che non ha ritardato l’iter di approvazione del Piano ma al contrario lo agevola nella definizione perché nei fatti si è ottenuta una valutazione favorevole preventiva dell’Ente Regione Calabria che è l’organo a cui spetta il parere vincolante per l’approvazione definitiva dello Piano Comunale Spiaggia.  Successivamente, per consentire la formazione di uno strumento partecipato, in data 16.09.2021 sono stati attivati i laboratori urbanistici, per acquisire il parere, sebbene non vincolante, delle organizzazioni sindacali di categoria più rappresentative a livello regionale.
Nei fatti non tutti gli organismi hanno partecipato ai laboratori, ma sono stati acquisiti, comunque, indicazioni utili ai fini di un miglior utilizzo del demanio marittimo comunale, da parte dell’ordine degli Architetti e Ingegneri di Crotone, pervenute in data 19.01.2022, osservazioni che saranno sottoposte all’attenzione dei progettisti del Piano e che in tempi celeri provvederanno ad una valutazione.

Al riguardo con nota del 21.02.2022 e nota del 03.03.2022, il responsabile dell’Area Tecnica, al fine di inserire nel PCS, i nuovi interventi oggetto di progettazione inerente il PNRR, tra cui pista ciclopedonale, tra le proprietà private e la battigia, ha proposto di valutare la revoca della delibera di Adozione del 09.06.2021 per procedere ad integrare il PCS alla luce delle nuove esigenze. In sede di pubblicazione degli elaborati sul sito istituzionale, avvenuto dopo l’adozione, purtroppo si sono verificati dei meri ed involontari errori di pubblicazione, che purtroppo, possono verificarsi, soprattutto quando si opera con organici sotto dimensionati rispetto all’enorme mole di lavoro che grava sugli uffici comunali, impegnati, tra l’altro in questo periodo nella progettazione PNRR; ma rispetto a tali errori, di sicuro, nessuna responsabilità può essere attribuita all’Amministrazione comunale. Pertanto, sulla base di quanto suggerito dal responsabile dell’Area Tecnica si è proposto di procedere alla revoca della delibera di Adozione del Piano, per proseguire con l’iter procedimentale che porterà, grazie alla Valutazione di Incidenza ambientale (VINCA) già acquisita, alla rapida approvazione di uno Strumento Urbanistico capace di promuovere ed incentivare un serio sviluppo turistico della frazione Marina. Si sottolinea che, proprio in virtù della Valutazione ambientale acquisita, da subito si potrà procedere al rilascio di concessioni demaniali provvisorie che consentiranno, nel rispetto delle condizioni normativamente previste, e per la stagione in corso di autorizzare lo svolgimento di attività turistiche e balneari.  L’obiettivo dell’attuale Amministrazione Comunale, da sempre è quello di predisporre tutti gli strumenti legali e le reali condizioni affinché gli operatori turistici possano realmente agire nel rispetto della legalità e progettare uno sviluppo economico valido e duraturo per il nostro territorio. Perché ciò sia possibile si sta operando con serietà e competenza, nel rispetto della legalità e della dignità delle persone e degli operatori turistici, riprendendo un procedimento iniziato nel 2009, fermo da molto tempo e che solo con la presente compagine amministrativa, da settembre 2020 ad oggi ha registrato un notevole sbalzo in avanti verso l’Approvazione finale.

Più informazioni su