Quantcast

Cassano sulla scelta dei consiglieri del PD: “il tempismo della scelta fuori da ogni logica”

"I mal di pancia dell’attuale gruppo dirigente del Pd si sono manifestati sin da subito".

Più informazioni su

Con il passaggio dei consiglieri comunali del PD dalla maggioranza all’opposizione, si è manifestata in modo inequivocabile quella che è la volontà politica del partito “anti” democratico del circolo di Isola: tentare di far cadere questa Amministrazione e creare, come ormai si vocifera insistentemente, una sorta di “Comitato per la salute pubblica”.
Mi viene spontaneo pensare che se saranno loro i “medici” che, attraverso questo minestrone politico, dovrebbero prendersi cura del nostro territorio, altro che “salute pubblica”: i danni per la nostra comunità sarebbero irreversibili.
Tra l’altro il tempismo della scelta dei consiglieri appare assolutamente fuori da ogni logica, dal momento che, a detta degli stessi cittadini, negli ultimi mesi questa amministrazione ha innestato una marcia diversa, raggiungendo traguardi importanti, come l’approvazione del PSC, le Bandiere Blu e la cantierizzazione di alcuni importanti appalti.

D’altra parte i mal di pancia dell’attuale gruppo dirigente del Pd si sono manifestati sin da subito: già dopo circa un mese della vittoria delle elezioni, hanno iniziato a vedersi in luoghi bui e fumosi disegnando una chiara strategia di defenestrazione di quello che era l’allora gruppo dirigente, tra cui il sottoscritto. Infatti verso la fine di gennaio ho appreso dell’annullamento delle dieci tessere che rinnovavo di anno in anno, ininterrottamente, ormai da sedici anni. Ancora adesso attendo una risposta ufficiale e la restituzione del mio denaro.
La mia scelta di aderire a Italia Viva è stata successiva a questo vile atto politico, un atto che mi ha ferito nell’orgoglio e soprattutto nella dignità politica. Adesso sentirli parlare di onestà politica e rispetto dei cittadini mi sembra paradossale e a tratti ridicolo. Soprattutto quando additano me come inadeguato a far parte di questa Giunta, per via della mia scelta partitica, e nel frattempo tessono i rapporti con il centrodestra.
Volevo ricordare agli ex amici piddini, che il mio impegno in questo progetto politico è stato sin dal primo giorno in prima linea: ci ho messo la faccia, candidandomi e partecipando ed intervenendo ad ogni singolo comizio durante la campagna elettorale. Forse alcuni di voi dovrebbero farsi un esame di coscienza, sia per la partecipazione tutt’altro che attiva, sia per la coerenza e la dignità dimostrata dall’inizio ad oggi. La mia onestà intellettuale e politica e soprattutto la mia coerenza mi porteranno sempre ad essere al fianco di questa squadra amministrativa, perché ci ho creduto dal primo giorno e continuerò a farlo anche in futuro: il servilismo è un concetto totalmente diverso dalla coerenza. Potete stare sereni anche per il partito in cui milito attualmente, con il ruolo di dirigente regionale e responsabile della pubblica istruzione e cultura: Italia Viva è al fianco del Sindaco Maria Grazia Vittimberga, lo è con la mia persona e soprattutto in una logica di coalizione.

 

Più informazioni su