Quantcast

Il ringraziamento di Saporito al dott. Renato Cortese

Da Presidente della Provincia di Crotone mi faccio interprete del sentimento delle nostre comunità, degli uomini e delle donne di questa terra che ha dato i natali al dott. Cortese

riceviamo e pubblichiamo:

Onorabilità e rispettabilità, lavoro quotidiano costante, ma anche sorriso e comprensione oltre che riconoscenza per il lavoro ed i sacrifici di chi è al servizio degli altri, della comunità, con grandi azioni ma anche con piccoli gesti,  tutto questo descrive il dott. Renato Cortese.
In prima linea, senza risparmiarsi, nella lotta contro la criminalità e per la legalità, lo dicono e lo raccontano i fatti: è cronaca di questi anni.
Capo della Squadra Mobile di Reggio Calabria, è passato per il Servizio centrale operativo e ha guidato la sezione catturandi della Mobile di Palermo. Con i suoi uomini in Sicilia ha trovato ed arrestato Gaspare Spatuzza, Enzo e Giovanni Brusca, Pietro Aglieri, Benedetto Spera e Salvatore Grigoli, e il padrino di cosa nostra Provenzano, catturato dopo 43 anni di latitanza e dopo 42 giorni e notti di appostamenti e otto anni di indagini, questo è Renato Cortese. Due giorni fa ha salutato gli uomini e le donne della Questura di Palermo, con il “cuore a pezzi” salutando Palermo.
Ebbene oggi da Presidente della Provincia di Crotone mi faccio interprete del sentimento delle nostre comunità, degli uomini e delle donne di questa terra che ha dato i natali al dott. Cortese, e a lui dico grazie per il lavoro fatto, per la dedizione, per essere un uomo dello Stato.
E voglio concludere con le sue parole: “Grazie per averci insegnato che si possono fare grandi cose nella vita ma anche piccole cose con grande grande amore”. 

Avv. Simone Saporito

Presidente facente funzioni Provincia di Crotone