Quantcast

Garantito il servizio di trasporto scolastico, senza aumenti, fino alla conclusione dell’anno in corso

Già al lavoro per la programmazione dell’anno scolastico 2021/2022

Più informazioni su

Il servizio di trasporto scolastico continuerà ad essere garantito fino alla fine dell’attuale anno scolastico. E’ questa la prima, importante, rassicurazione che l’assessore alla Pubblica Istruzione Rachele Via comunica su un argomento che interessa centinaia di famiglie crotonesi. Il servizio sarà assicurato dall’amministrazione Voce nonostante le difficoltà nel reperimento dei fondi, in considerazione della situazione riscontrata al momento dell’insediamento della nuova amministrazione. “La partita da sostenere era difficile con il rischio di non poter più assicurare il servizio fino alla conclusione dell’anno scolastico” dichiara l’assessore Via. Tuttavia l’assessorato si è messo al lavoro con gli uffici per prevedere un processo di riordino del servizio che da un lato ne consentisse la continuità e dall’altro che i costi non gravassero sui cittadini.

Fino ad aprile si procederà in continuità con il vecchio contratto. Nel frattempo parte il nuovo bando di gara per l’assegnazione del servizio che richiederà, a seguito dell’aggiudicazione, prima della nuova assegnazione, un periodo di vacatio che valutiamo in una settimana  per poi riprendere regolarmente fino alla conclusione dell’anno scolastico – ha detto l’assessore Via.

“Con la nuova rimodulazione” ha aggiunto l’assessore “si abbattono notevolmente i costi complessivi: si passa dai quasi 900.000 euro per tutto il ciclo scolastico a circa 600.000 euro. Un risparmio notevole per le casse comunali ottenuto senza stravolgere né ridurre drasticamente il servizio. Sarebbe stato comodo ma ingiusto, ad esempio, prevedere, per i prossimi mesi, punti fissi di raccolta ma questo avrebbe penalizzato fortemente le famiglie, soprattutto quelle che abitano nelle periferie. Invece il servizio sarà erogato garantendo i percorsi soliti. Sarebbe stato anche facile raddoppiare le quote di partecipazione da parte dell’utenza. Naturalmente, l’amministrazione Voce ha voluto andare incontro alle esigenze della cittadinanza ed ha fatto di tutto per scongiurare l’ipotesi di sospendere il servizio che avrebbe penalizzato tante famiglie oltre a favorire la dispersione scolastica”.
“Il processo di razionalizzazione” prosegue l’assessore alla Pubblica Istruzione “oltre che prevedere il riordino dei conti ha tenuto in considerazione le esigenze delle famiglie e anche le preziose indicazioni dei dirigenti scolastici. Riusciamo a contenere i costi, assicurare il trasporto scolastico  senza drastici aumenti, prevedendo il servizio dal lunedì al venerdì”. Mentre si completa il percorso per l’anno scolastico in corso, l’assessorato è già al lavoro per il prossimo anno scolastico 2021/2022. L’assessore comunica qualche anticipazione: “il servizio sarà digitalizzato, niente più bollettini postali. E soprattutto nella programmazione continueremo ad operare garantendo un servizio di qualità ed allo stesso tempo causando alcun aggravio di costi sulle famiglie”.

 

 

Più informazioni su