Quantcast

Fondo antiusura a sostegno delle attività produttive

Bossi: "Con il sindaco ed il collega al bilancio Antonio Scandale, di concerto con la Camera di Commercio, prevediamo questo strumento, che si propone anche come forte segnale di legalità, che mettiamo a disposizione del territorio".

E’ un intervento concreto di sostegno alle imprese. E’ quello che propone l’amministrazione Voce in collaborazione con la Camera di Commercio di Crotone: un fondo rischi di garanzia straordinario di supporto alle imprese in crisi liquidità. La giunta comunale ha messo a disposizione 260.000 euro destinati al fondo che sosterrà le attività economiche che risultano non bancabili e approvato lo schema di protocollo di intesa con la Camera di Commercio.

Viviamo un momento particolarmente difficile. Alla crisi endemica della nostra economia territoriale si è aggiunta l’emergenza epidemiologica che ha pericolosamente esposto le nostre aziende al rischio di essere vittime di usura e della criminalità organizzata per carenza di liquidità. L’amministrazione Comunale intende essere realmente vicino e sostenere le nostre realtà produttive. Con il sindaco ed il collega al bilancio Antonio Scandale, di concerto con la Camera di Commercio, prevediamo questo strumento, che si propone anche come forte segnale di legalità, che mettiamo a disposizione del territorio – dichiara l’assessore alle Attività Produttive Luca Bossi.

Potranno accedere al fondo aziende che hanno sede legale in città fino ad un finanziamento ammissibile dell’importo massimo di 20.000 euro finalizzato ad esigenze di liquidità dell’impresa e consolidamento delle eventuali passività. Seguirà una azione congiunta con la Camera di Commercio per avvio protocollo con Prefettura, Abi, Banca d’Italia, Associazioni e Cofidi.