Quantcast

Al via i tavoli tematici per la costruzione del piano di zona dell’ambito territoriale di Crotone

Ambito che comprende i comuni di Belvedere Spinello, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Rocca di Neto, San Mauro Marchesato e Scandale, oltre al comune di Crotone in qualità di ente capofila.

Più informazioni su

Si è tenuto questa mattina, nella Sala Consiliare, l’avvio dei tavoli tematici per la costruzione del piano di zona dell’ambito territoriale di Crotone. Ambito che comprende i comuni di Belvedere Spinello, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Rocca di Neto, San Mauro Marchesato e Scandale, oltre al comune di Crotone in qualità di ente capofila. Oltre ai rappresentanti istituzionali dei comuni, nel percorso sono coinvolti, nell’ottica della massima condivisione, gli organismi della cooperazione, del volontariato, gli enti di promozione sociale, le fondazioni, gli enti di patronato per concorrere a una lettura di prossimità dei bisogni dei cittadini, di analisi e confronto con chi concretamente opera nei territori, per poi giungere a una proposta di programmazione che i Sindaci potranno recepire in quell’accordo di programma da cui scaturirà il piano che regolerà le politiche sociali dell’ambito  per il trienno 2021 – 2023. E’ stato presentato il calendario degli incontri che si svilupperanno su otte direttrici suddivise per aree di intervento: politiche per la famiglia, l’infanzia e l’adolescenza, politiche giovanili, opportunità e servizi per le persone anziane, inclusione sociale delle persone con disabilità, prevenzione e contrasto alla violenza di genere, accoglienza ed integrazione degli immigrati, prevenzione e contrasto alle dipendenze patologiche e contrasto alla povertà e all’emarginazione sociale.

Il costituendo Piano di Zona si avvarrà anche delle competenze scientifiche dell’Unical con la quale l’ambito ha stipulato apposita convenzione. A rappresentare l’Unical era presente oggi la ricercatrice dr.ssa Francesca Falcone, che dopo aver svolto nelle scorse settimane un lavoro preparatorio con i servizi sociali territoriali, ha illustrato, alle circa 80 associazioni e organizzazioni che hanno aderito all’avviso, il metodo di lavoro che accompagnerà tutto il processo e naturalmente gli obiettivi. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco del Comune capofila, Vincenzo Voce, e dall’assessore Filly Pollinzi per l’esito di questo primo incontro che ha visto il contributo e la partecipazione di tanti attori delle politiche sociali del territorio e che avvia, per la prima volta, un percorso di welfare condiviso nel solco della legislazione di settore.

Più informazioni su