Quantcast

Manica: “nuovo parco eolico galleggiante, occorre subito un incontro per decidere nell’interesse del territorio”

"Occorre giungere ad un’unità di intenti attraverso il coinvolgimento, il raccordo e la concertazione di tutti gli attori locali"

Più informazioni su

“Apprendiamo con una certa preoccupazione – dichiara Luca Manica Presidente del Sindacato Italiani Balneari di Confcommercio Crotone – della richiesta, avanzata dalla società REPOWER RENEWABLE S.p. a., per la concessione demaniale marittima, della durata di 30 anni, di uno specchio d’acqua di una superficie complessiva di 87.485.054 mq, allo scopo di realizzare un impianto eolico offshore, di tipo galleggiante, in cui si prevede l’installazione di 33 turbine eoliche. Da quanto si legge dall’avviso pubblicato dalla Capitaneria di Porto di Crotone, la superficie designata all’installazione del parco eolico galleggiante comprenderebbe l’area marittima che interessa i comuni di Crotone, Isola Capo Rizzuto, Cutro, oltre ad una serie di comuni della provincia di Catanzaro. In considerazione della vocazione turistica dei territori interessati, anche nella prospettiva di uno sviluppo delle attività crocieristiche, appare opportuna e urgente, vista la scadenza del 29 gennaio per la presentazione di osservazioni e opposizioni, il coinvolgimento di tutti gli attori locali, pubblici ed istituzionali, al fine di comprendere ed approfondire l’impatto ambientale che un impianto di questo genere potrebbe avere e le conseguenze che potrebbero, eventualmente, ricadere su tutto il settore turistico della provincia. Occorre giungere ad un’unità di intenti attraverso il coinvolgimento, il raccordo e la concertazione di tutti gli attori locali; invitiamo, pertanto, gli enti istituzionali interessati a farsi promotori, in tempi ristretti, di una serie di incontri nei quali si possano individuare, condividere ed intraprendere i percorsi più idonei nell’interesse ambientale ed economico del nostro territorio”.

Più informazioni su