Quantcast

Bper Banca Crotone Carnival International Race: numeri mai raggiunti per l’edizione 2022

Trecento velisti, provenienti da tutta Italia, altri da Malta, Bulgaria e Finlandia saranno i protagonisti di un evento entrato nella tradizione sportiva della città di Crotone.

Sono numeri mai raggiunti, in termini di presenze degli atleti, quelli della Bper Banca Crotone Carnival International Race, la cui settima edizione è stata presentata questa mattina nella Sala Consiliare.
Trecento velisti, provenienti da tutta Italia, altri da Malta, Bulgaria e Finlandia saranno i protagonisti di un evento entrato nella tradizione sportiva della città di Crotone. Il segnale del grande lavoro compiuto dal Club Velico che si svolgerà dal 26 febbraio al 1 marzo nello “stadio del mare” crotonese, che si può fregiare a giusto titolo di  “Città della Vela”. Alla conferenza stampa con il sindaco Voce, l’assessore allo Sport Luca Bossi erano presenti Paola Proto presidente del Club Velico e il direttore territoriale della Bper Banca Giuseppe La Boria. La valenza dell’evento, a cui parteciperanno oltre agli atleti, sessanta tecnici, giudici di gara, centinaia di accompagnatori è dettata anche dal fatto che saranno presenti il presidente della Federazione Italiana Vela e il presidente della classe Optimist Italiana. Inoltre, altro segnale del grande rilievo, nel corso dell’evento sarà ospitata anche la prima tappa del “Trofeo Kinder Joy of Moving.
“Crotone è pronta ad ospitare questo prestigioso evento. Sosteniamo con piacere, ancora una volta, il Club Velico che svolge un lavoro straordinario. La Carnival è un appuntamento che pone all’attenzione nazionale la nostra città, il suo mare, la sua accoglienza” ha detto il sindaco Voce. “La vela è una vera e propria palestra di vita. Una disciplina che forma non solo dal punto di vista sportivo. Crotone è un luogo ideale per ospitare grandi eventi sportivi, il suo mare un campo di regata ideale per tutto l’anno” ha detto l’assessore Bossi.

La Bper Banca affianca e lega il suo nome all’evento. “Lo facciamo volentieri perché abbiamo anche un ruolo sociale, far crescere i giovani nel nome dello sport è doveroso” ha detto il direttore Giuseppe La Boria. “Non ci siamo mai fermati, neanche durante la pandemia” ha detto Paola Proto al suo secondo anno come presidente del Club Velico. “Questo evento come altri è frutto dell’impegno di ciascuno dei soci, della sinergia che si è creata con la Bper e con le istituzioni, con gli sponsor. Come sempre ci prepariamo ad ospitare i nostri atleti attraverso una organizzazione che vede ciascuno dei soci protagonista. Anche i controlli sanitari, come l’anno scorso, saranno particolarmente accurati” ha aggiunto la presidente Proto. Quattro giorni di regata, anche questo un numero particolarmente significativo, in quanto in genere le regate durano due, tre giorni, caratterizzate anche da una “Veleggiata” alla quale parteciperanno tutti i club che interverranno alla Carnival. Veleggiata che ha come tema “Il mare e l’ambiente” finalizzata a sensibilizzare i giovani sul tema del rispetto del mare. Una iniziativa realizzata in collaborazione con Akrea.