Quantcast

Early Music Day 2021: concerto in streaming del pianista e organista Ismaele Gatti

Campana: "vogliamo offrire la nostra presenza, seppur virtuale,  in questa grande mappa musicale europea, per ribadire la forza unificatrice della musica".

Anche il Festival di Musica Antica Leonardo Vinci festeggia l’ottava edizione della Giornata Europea della Musica Antica, la rassegna culturale fortemente dalla Comunità europea per celebrare più di un millennio di musica, attraverso concerti ed eventi che si svolgono contemporaneamente in tutta Europa il 21 marzo, primo giorno di primavera e compleanno di Johann Sebastian Bach. Per l’occasione il festival, in collaborazione con E20 Music Management e associazione Festival dell’Aurora, proporrà il concerto dal titolo Musica organistica in Germania tra XVII e XVIII secolo, trasmesso in diretta streaming alle ore 18.00 sulla pagina facebook Leonardo Vinci Festival. Dall’organo Mascioni della Chiesa di Santa Maria Assunta di Giubiasco (Svizzera), il giovane e affermato pianista e organista Ismaele Gatti, regalerà agli ascoltatori un affascinante programma musicale ideato come un excursus attraverso la musica organistica tedesca di ‘600 e ‘700. Dopo il maestoso preludio in mi bemolle maggiore di Johann Sebastian Bach, che apre il terzo volume della sua Clavier-übung, ampio spazio sarà dedicato ad autori dai quali lo stesso Bach venne profondamente influenzato in età giovanile: Buxtehude, Muffat e Kerll. Questi ultimi ebbero un ruolo chiave nell’esportazione in Germania degli stili allora dominanti in Europa (italiano e francese), amalgamandoli nelle proprie composizioni. Il concerto si chiuderà con lo stesso Bach, universalmente riconosciuto come massimo esponente della scuola organistica tedesca del ‘700.

Nonostante le restrizioni dettate dall’emergenza covid – spiega Luca Campana, direttore artistico del Festival Vinci – vogliamo offrire la nostra presenza, seppur virtuale,  in questa grande mappa musicale europea, per ribadire la forza unificatrice della musica.

Traendo dunque ispirazione dal punto focale della Early Music Day, ovvero la promozione del patrimonio musicale storico in Europa, il concerto promosso dal Leonardo Vinci Festival è stato ideato proprio come evento spin-off della rassegna crotonese, che nei prossimi mesi presenterà al grande pubblico la terza edizione, e che sin dalla nascita ha l’intento di tenere accesi i riflettori sul ricco patrimonio musicale europeo del periodo barocco, e che può annoverare tra i grandi protagonisti anche il musicista strongolese Vinci.