Quantcast

Gli Incontri Musicali Mediterranei si attestano capolavoro artistico al Museo di Pitagora

Anche quest’anno, la Stagione concertistica Incontri Musicali Mediterranei ha confermato la vocazione internazionale.

Anche quest’anno, la Stagione concertistica Incontri Musicali Mediterranei, giunta all’ottava edizione, ha confermato la vocazione internazionale per la qualità dei programmi e per la presenza di grandi artisti affermati, ponendo altresì attenzione a giovani musicisti, promesse del panorama musicale italiano. Nell’ambito della rassegna organizzata dall’omonima associazione, in collaborazione con il Consorzio Jobel e con il sostegno della Regione Calabria, che l’ha riconosciuto come evento storicizzato di rilievo regionale, per l’anno beethoveniano, il pianista Giuseppe Maiorca ha accettato la sfida di eseguire le 32 Sonate di Beethoven, esplorando un universo complesso. Protagonista della Stagione concertistica, all’interno del magico scenario del Museo di Pitagora, è stata l’Orchestra degli Incontri Musicali Mediterranei, soprattutto per la prima assoluta del concerto per pianoforte di Lodi Luka con il pluripremiato pianista Daniele Paolillo, acclamato dal pubblico, ma anche per l’esecuzione di una prima assoluta del compositore crotonese Rodolfo Saraco, sotto la direzione di Gianfranco Russo, e di un pezzo per pianoforte e orchestra di Giuseppe Califano dedicato a Russo, con il Maestro Francesco De Siena al pianoforte. Molto entusiasmo hanno suscitato anche il recital della pianista Claudia Vento, talento proveniente dalla prestigiosissima Scuola di Vincenzo Balzani, e l’incontro con l’ingegnere Mordace che ha trattato il tema del suono in rapporto con l’anima. Il notturno come firma musicale è stato al centro di un incontro tra i compositori Vincenzo Palermo e Francesco De Siena, con Rodolfo Saraco che ha eseguito al pianoforte i Notturni dello stesso Palermo. Mentre ci si accinge alla conclusione della Stagione concertistica con l’esecuzione dei 24 studi di Chopin a cura del grande pianista Antonio Consales, la direzione artistica è già al lavoro per i prossimi appuntamenti autunnali che allieteranno il pubblico sempre più numeroso e appassionato.