Quantcast

Successo per “E quindi uscimmo a riveder le Stelle” foto

Giorgio Colangeli ha rapito il pubblico presente nell'auditorium dell'Istituto Pertini.

Che Giorgio Colangeli fosse un artista dalle grandi doti umane e artistiche, lo sapevamo già attraverso le sue molteplici interpretazioni teatrali, cinema e televisione, ma che riuscisse a creare tante e tali emozioni nel recitala dedicato a Dante, nell’auditorium “S.Pertini”, gentilmente messo a disposizione dalla Dirigente Ida Sisca, Domenica 19 Dicembre e organizzato dalla Società Beethoven nell’ambito della Stagione Concertistica 2021 “l’Hera della Magna” Grecia IV edizione,  non lo immaginavamo mai. Un pubblico numerosissimo, oltre 300 spettatori, quasi tutti cultori e conoscitori della grande letteratura, erano ammutoliti  e partecipi del grande evento al quale avevano la fortuna di assistere. Il tema, quanto mai suggestivo e allettante  “E quindi uscimmo a riveder le Stelle” dal Purgatorio Dantesco, malgrado l’inclemenza del tempo, non aveva affatto scoraggiato quanti non volevano perdere un appuntamento così ghiotto. E Giorgio Colangeli non ha deluso minimamente le loro aspettative, anzi accompagnato e coadiuvato dal chitarrista Tommaso Cuneo è riuscito a coinvolgere il pubblico rendendolo attore anch’esso dell’evento. Voce calda e penetrante, partecipazione totale, anche sotto il profilo coreografico, chiarezza di dizione che ha permesso anche ai pochi non cultori di seguire l’evolversi dei Canti, una grande capacità di spiegazione di ogni verso che diventava un’altra parte integrante dei Canti Danteschi, la parola che era già musica e la musica che si faceva parola, la sostanza della parola  e l’immediata  leggibilità d’ascolto, la particolarissima  gamma timbrica  delle parole, sono stati tutti elementi determinanti, frutto di una grande preparazione e professionalità, per trasmettere ad un pubblico desideroso di conoscenza di vivere veramente una grande serata artistica. Uno dei commenti più usati alla fine del recital è stato…“Speriamo di avere la fortuna presto di risentirlo ancora”…E noi crediamo che accanto ad una stagione artistica così ricca  la Beethoven, non mancherà di riproporre un artista così ricco  non solo di professionalità ma anche di tanta umanità. Naturalmente applausi prolungati e sentiti, ci hanno dato appuntamento al prossimo concerto giorno 28 Dicembre presso la Chiesa di Santa Chiara con l’organista  Carmine Lavinia.