Quantcast

Da Beethoven a Chopin, successo per il concerto di Antonio Giuseppe Nucera

Prossimo appuntamento Sabato 09 Aprile con il duo Tabina Romano Soprano e Vincenzo Luca Moro pianista sempre nell’Auditorium del Liceo Musicale “O.Stillo” alle ore 19,00.

Appuntamenti ricchi di contenuti culturali e artistici sono quelli che la Società Beethoven Acam di Crotone settimanalmente ci offre, nella ormai storica sala  del Liceo Musicale “O.Stillo” sita in Largo Panella Snc.
Domenica 3 Aprile, il pianista Antonio Giuseppe Nucera ci ha intrattenuti  con un programma incentrato su musiche di LL. W. Beethoven – Sonata in re min op 31 n2 “La Tempesta”  e F. Chopin – “Notturno in Do min.
Op. 48 n. 1”, Polacca in La magg. Op.40 n.1 “Militare, Polacca in Do min. Op.40 n.2”, “Polacca in Fa diesis min. Op. 44”. Un programma ricco di contenti non solo di carattere virtuosistico, ma soprattutto ricchi di vere e proprie rivoluzioni artistiche che hanno segnato cambiamenti epocali nelle strutture musicali del passaggio fra classicismo e romanticismo.
“La Sonata in re minore” Beethoveniana, con la tonalità oscura e fatalistica, segna uno dei numerosi tratti “Espressionistici” della musica Beethoveniana, dove il suono è riscoperto  come elemento primordiale, al di qua dei suoi valori propriamente “Musicali”, come manifestazione nuda e immediata  di una prorompente urgenza espressiva, quasi un’affannosa corsa nel buio dei corridoi di un tribunale Kafkiano gremito di volti orrendi. In questa sonata, Beethoven sembra esplorare ansiosamente il mondo della parola e cercare di capirne i modi espressivi. Nucera, nella sua esecuzione, ricca di una pregnanza tecnica sicura e virtuosisticamente ineccepibile, ha fatto sue queste caratteristiche Beethoveniane, regalandoci veri momenti di patos emotivo. Di Chopin invece ha saputo cogliere il travaglio interiore esistente nelle sue opere apparentemente legate ad un virtuosismo vezzoso, ricche invece di una profondità lirica e armonica che scava in profondità l’elemento emotivo umano. Fraseggio calibratissimo, capacità di cogliere ogni piccola sfumatura del testo, unite ad una tecnica, come dicevamo, sicura e perfetta, hanno premesso all’artista di coinvolgere in numerosissimo pubblico presente che è esploso in vere ovazioni. Una vera e ricca serata culturale alla quale siamo sicuri ne seguiranno altre ancora più coinvolgenti. Prossimo appuntamento Sabato 09 Aprile con il duo Tabina Romano Soprano e Vincenzo Luca Moro pianista sempre nell’Auditorium del Liceo Musicale “O.Stillo” alle ore 19,00.