Quantcast

Eccezionale il concerto del duo Castellano – Bruno

Ripresa l’attività concertistica nella splendida cittadina di Santa Severina organizzata dalla Società Beethoven Acam di Crotone

Con il concerto del duo Pasquale Castellano clarinetto e Filomena Bruno pianoforte  è ripresa Sabato 02 Aprile l’attività concertistica nella splendida cittadina di Santa Severina organizzata dalla Società Beethoven Acam di Crotone, nell’ambito della Prima Parte della Stagione Concertistica l’“Hera della Magna Grecia V Edizione”, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e la Pro Loco.
Un recital, di indubbio grande valore, non solo per il programma particolarmente accattivante che comprendeva: R.Schumann – “Fantasiestucke Op.73” , A.E.Chausson -“Andante e Allegro” ,  G.Verdi – Divertimento su i temi del “Trovatore” ,  P.D’Rivera  – “Vals Venezolano, Contradanza” , I.F.Albeniz – “Tango” ,   ma soprattutto per il valore, la professionalità , e l’interpretazione che i due artisti ne hanno saputo dare.
Colori rotondi, cantabilità schietta e virtuosismo calibrato, su un modello espressivo e solistico che ha nell’amabilità e nella comunicativa musicale la sua migliore risorsa.
Artisti completi con una calibratura musicale d’insieme, veramente mirabile, dove al respiro del clarinetto s’incuneava la sonorità  del pianoforte, creando un alone sonoro e una continuità e fluidità musicale unica e irripetibile.
Schumann, Chausson, Verdi, Rivera, tutti autori che hanno saputo far cantare, con le oro soavi melodie,  il clarinetto, sostenuto da una esecuzione pianistica  calibratissima, facendolo  diventare suadente come la voce umana.
Una bellissima serata culturale e un inizio concertistico che s’incuneava e si fondeva con un ambiente particolarmente suggestivo, quello del Castello Carafa, in maniera unica, che i tantissimi giovani e meno giovani presenti hanno sottolineato e ringraziato, con applausi calorosissimi gli artisti. Siamo sicuri che la sinergia tra la Società Beethoven e la cittadina di Santa Severina ci riserverà, nel prossimo futuro, delle sorprese artistiche degne della atavica cultura calabrese.

picture