Quantcast

Rinviato “Non c’è niente da ridere” con Peppe Barra e Lalla Esposito

Previsto venerdì 8 aprile al Teatro Apollo di Crotone, sarà rinviato mercoledì 13 aprile.

Più informazioni su

Lo spettacolo “Non c’è niente da ridere” protagonisti Peppe Barra e Lalla Esposito, previsto venerdì 8 aprile al Teatro Apollo di Crotone, sarà rinviato mercoledì 13 aprile  “per caso di positività al test per il Covid 19 presente all’interno della Compagnia”. Lo ha reso noto la direzione della Rassegna, che con la produzione sta lavorando alla riprogrammazione di “Non c’è niente da ridere”.

“Non c’è niente da ridere” Così sembra dire l’Attore al pubblico, dispiaciuto che si sbellichi mentre lui sta recitando una cosa seria. Ecco la chiave di questo spettacolo, dove la scenografia raffigura l’interno di un teatro, dal punto di vista degli attori, uno spettacolo al contrario, con le file dei palchi sul fondo e con le luci della ribalta puntate verso la sala. In questo luogo irreale si avvicendano un Attore e un’Attrice, Peppe Barra e Lalla Esposito, con duetti, monologhi, canzonette, di antico e moderno repertorio, oltre a improvvise incursioni surreali nel repertorio dei classici, con due poltroncine e consunti fondalini dipinti a delineare le situazioni drammatiche. Uno spettacolo di “Varietà̀” con un finale in Maschera: l’Attore veste il costume di Pulcinella e l’Attrice quello di Colombina che, nel rivedere il suo fidanzato che l’aveva abbandonata senza una parola, molti e molti anni prima, costringendola a fare la sciantosa, lo aggredisce infuriata, ma il povero Pulcinella le giura d’esser morto, per strada, senza averla potuta avvisare. É menzogna o verità̀? Colombina comincia a cedere, presa dalla drammaticità̀ del racconto. Pulcinella prosegue baldanzoso: San Pietro, dopo tanto pregare, gli ha concesso di tornare sulla terra a riprendersi la sua Colombina. Sull’onda dei ricordi e della nostalgia di un’epoca che fu, si addormentano abbracciati.

picture

Più informazioni su