Quantcast

Giancarlo Grande: il concerto delle emozioni

Il giovane esecutore ha saputo da subito addentrarsi nel cuore musicale degli autori trattati, centrandone il carattere e riassumendone senza smarrimenti le rispettive ragioni poetiche e artistiche.

Più informazioni su

Schumann, quasi certamente resterà uno dei compositori che ha trattato il pianoforte in modo da far immaginare, con il gioco delle diverse sonorità, una sorta d’orchestra dai timbri svariati e, più che suggerire un preciso programma, cerca di esprimere uno stato d’animo. Sono state queste le sensazioni che il giovane pianista Giancarlo Grande ha cercato di trasmettere ai tantissimi presenti nel salone del castello di Santa Severina nel concerto che ha tenuto, Sabato 7 Maggio, per la Prima parte della Stagione Concertistica 2022 “L’Hera della Magna Grecia” V Edizione della Società Beethoven  Acam di Crotone.
Un recital che racchiudeva un programma di grande pregio virtuosistico che comprendeva: F.Chopin- “Scherzo N. 3 Op. 69” ,   C.Debussy-   “Reflet Dans L’eau” Da  “Images I” , S.Rachmaninov-  “Op. 39 N. 5”, S.Rachmaninov- “Op. 39 N. 6”. Il giovane esecutore ha saputo da subito addentrarsi nel cuore musicale degli autori trattati, centrandone il carattere e riassumendone senza smarrimenti le rispettive ragioni poetiche e artistiche. Bella la qualità di suono e di reattività espressiva in “Carnaval” restituendo tremori e passioni slanci romanzeschi e ripiegamenti con esuberanza affettiva e fantastica.
Colore, virtuosismo, capacità di tenuta timbrica, sono state le connotazioni che hanno caratterizzato l’intero concerto, conferendo alla serata un carattere di avvenimento unico e irripetibile. Applausi calorosissimi e tantissimi bis hanno rimandato i presenti al prossimo appuntamento Sabato 21 Maggio alle ore 19,00 presso il castello di Santa Severina e domenica 22 Maggio alle ore 19,00 presso la chiesa S.S. Pietro e Paolo di Strongoli.

Più informazioni su