Mercoledi, 22 agosto 2018 ore 01:09  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
SCUOLA E UNIVERSITA'

Due studenti crotonesi fra i vincitori del Future Game Hack

La Ministra Fedeli ha premiato i progetti migliori il 4 maggio scorso a Roma, durante il primo hackathon dedicato alla sperimentazione di videogiochi del futuro

 

Due-studenti-crotonesi-fra-i-vincitori-del-Future-Game-Hack
Sabato 19 Maggio 2018 - 13:0

riceviamo e pubblichiamo:

Il 4 maggio scorso a Roma, nell’ambito del “Video Game Lab”, presso gli Studi di Cinecittà, si è svolto il primo hackathon, per sviluppare proposte innovative sui videogiochi del futuro. All’evento Future Game Hack, hanno partecipato sessanta studentesse e studenti, provenienti da 18 scuole – di 14 città e 8 regioni diverse.

Accompagnati dal prof. Stefano Bottari, sei studenti del Liceo G.V. Gravina hanno fatto parte di questo gruppo di giovani appassionati di informatica e nuove tecnologie. Si tratta di: Alessio Astorino, Emanuela Baffa, Erica Peluso, Samuel Rocco, Debora Condello e Giuseppe Emanuel Lacava, tutti frequentanti il IV A, del Liceo Musicale. Gli studenti crotonesi sono stati divisi in team diversi, il loro compito è stato “di ideare, sviluppare e promuovere un progetto di videogioco in realtà virtuale originale, innovativo, creativo e culturalmente diversificato, in grado di rafforzare l'identità e il patrimonio culturale italiano, favorendone una conoscenza diretta e diffusa tra i giovani”. L’intento del Miur è stato dunque dimostrare che i videogiochi possono diventare un ottimo “strumento conoscitivo, di apprendimento e di socializzazione”.

In particolare Debora Condello e Giuseppe Emanuel Lacava sono stati premiati per i progetti che hanno sviluppato insieme ai due team ai quali sono stati aggregati, su Garibaldi e sui Camunni, antica popolazione della Val Camonica. Debora è stata inserita nel team 9; nelle sue considerazioni sull’evento ha apprezzato l’efficienza dell’organizzazione e l’importanza della divisione in team, quest’ultima ha permesso ai ragazzi provenienti da realtà differenti, di interagire positivamente e creare un rapporto anche al di fuori dell’evento. Il suo contributo ha riguardato la scelta del tema, la Spedizione dei Mille. Nelle sue parole si può rilevare la soddisfazione per aver partecipato a qualcosa di nuovo e appassionante: “Ho toccato con mano una nuova realtà (quella dei video game) che non avevo mai avuto l’opportunità di sperimentare prima”. Giuseppe Emanuel invece ha collaborato con il team 3 ‘Zealous’. Si è occupato in particolare dell’aspetto grafico e si augura in futuro di poter partecipare ad altre esperienze del genere, perché il mondo dei video game appassiona molto lui come tutti i suoi coetanei.

Nel comunicato stampa del Miur del 6 Maggio si legge la dichiarazione della Ministra Valeria Fedeli, presente alla premiazione dei migliori progetti:

“Siamo molto soddisfatti dell’esito di questa tre giorni – ha dichiarato la Ministra – perché le ragazze e i ragazzi hanno avuto la possibilità di immaginare nuovi modelli e prototipi, nuove soluzioni in grado di rispondere alle principali sfide del mondo dell’intrattenimento digitale. È stata un’occasione per misurare gli intrecci possibili tra videogioco e gli altri mondi della creatività e dell’intrattenimento, dallo sport al cinema, alla fotografia, alla scrittura, fino al patrimonio culturale. È stato un importante momento di ‘scuola oltre la scuola’, di apprendimento attivo, che ha stimolato nei giovani l’intraprendenza, la creatività e il lavoro collaborativo. Oggi abbiamo premiato i progetti vincitori, progetti di qualità. Ma tutte e tutti coloro che hanno partecipato, insegnanti, famiglie ed esperti compresi, sono vincitrici e vincitori, perché ciascuno, aderendo a questa iniziativa, ha avuto il coraggio di mettersi in gioco, di misurarsi con se stesso e con gli altri, di pensare a mondi diversi e possibili. Ed è così che si cresce, si va avanti, si progredisce, si cambia”.

Hanno accompagnato la manifestazione anche workshop formativi per circa 70 docenti e laboratori didattici per bambine e bambini della scuola secondaria di primo grado.

L'istituto ci tiene anche a raccontare l'appuntamento in Comune per la rassegna "Autori in Comune" con questo altro comunicato:

Martedì 15 maggio,  presso la Sala Consiliare del Comune di Crotone, una rappresentanza degli studenti e delle studentesse del Liceo G.V. Gravina, accompagnata dalle docenti Claudia Iritale e Claudia Nicoletta, ha ricevuto gli attestati di partecipazione agli incontri della Rassegna Autori in Comune. L’evento, organizzato dall’Assessorato alla Cultura, ha concluso la Rassegna promossa dall’assessorato stesso in collaborazione con l'Associazione culturale "Mediterrarte", che ha ospitato a Crotone alcuni autori da presentare alla cittadinanza.

Gli allievi e le allieve del Liceo crotonese hanno partecipato, durante l’anno scolastico, a diversi incontri, in particolare: gli alunni delle classi I e II A del Liceo Musicale, insieme alle professoresse Iritale e Nicoletta, con lo scrittore Riccardo Gazzaniga, e la classe IV E del Liceo delle Scienze Umane, insieme alla prof.ssa Stefania Pizzuto, con lo scrittore Giorgio Biferale.

L’evento conclusivo del 15 Maggio ha inteso premiare la partecipazione attiva della scuola all’offerta culturale del territorio, premiando i docenti e gli studenti che hanno aderito con entusiasmo alle iniziative promosse dall’assessorato.

 

 




ULTIMISSIME
Tragedia al Raganello
Martedì 21 Agosto 2018
Crotone davvero MODESTO…
Lunedì 20 Agosto 2018
23 sanzioni su 139 veicoli fermati
Domenica 19 Agosto 2018
Alla faccia delle speculazioni...
Venerdì 17 Agosto 2018
CrotoneInforma.it