Sabato, 25 maggio 2019 ore 00:52  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
POLITICA

Teresa Liguori rieletta Vice Presidente Nazionale di Italia Nostra

Rinunciando alla candidatura per l’impossibilità di assicurare la presenza continuativa a Roma

Teresa-Liguori-rieletta-Vice-Presidente-Nazionale-di-Italia-Nostra
Venerdì 21 Settembre 2018 - 11:11

riceviamo e pubblichiamo:

A seguito dell’esito dell’Assemblea generale dei Soci 2018, il 15 settembre 2018  si sono  tenute a Roma, nella sede nazionale dell’Associazione, le elezioni del nuovo Presidente nazionale, dei tre Vice Presidenti e della Giunta esecutiva. Teresa Liguori, Presidente della sezione di Crotone, pur avendo ricevuto il più alto numero di voti tra tutti i candidati al Consiglio direttivo nazionale, ha ritenuto di non proporre la sua candidatura alla carica di Presidente nazionale per l’impossibilità di assicurare la presenza continuativa a Roma, nella sede nazionale. E’ stata  eletta Vice Presidente nazionale  con ampio consenso.  Numerosi i messaggi di congratulazioni e di felicitazioni alla neo eletta, che ha già ricoperto questo incarico dal 2012 al 2015, impegnandosi particolarmente nella difesa e tutela del patrimonio culturale naturale e paesaggistico della Calabria e delle altre regioni meridionali senza trascurare la sezione di Crotone, di cui è tuttora presidente.

Teresa Liguori si iscrive all’associazione nel 1975  ispirandosi al “volontariato culturale inteso come scelta di vita per un’azione libera e senza compromessi”,   che il cofondatore e primo presidente dell’associazione, Umberto Zanotti Bianco, aveva proposto nei suoi scritti ai giovani simpatizzanti dell’associazione.  Da allora, ha organizzato a Crotone numerose attività di educazione  ambientale  in collaborazione con le scuole cittadine che hanno portato, nel tempo, alla creazione di tante aree verdi, diventate poi giardini e parchi (tra gli altri, Parco Zanotti, Parco Scaramuzza, Parco Pignera). Iniziative che ha proseguito fino alla creazione dei  piu’ recenti Giardino Falcone e Borsellino ed Orto Botanico storico.  Innumerevoli le azioni di tutela dei Beni Culturali  di Crotone e della provincia anche in collaborazione con il Gruppo Archeologico Krotoniate:     per citarne solo alcune, le iniziative per la costituzione del Parco Archeologico di Capo Colonna, a difesa del sito archeologico di Scifo, di Capo Cimiti, del Castello –Fortezza di Carlo V e le Mura di Cinta compresi gli Stemmi imperiale e viceregnale, dell’ex Convento dei Cappuccini, dei Parchi nazionali della Sila e del Pollino, della storica Ferrovia Jonica….). Impegno profuso per la salvaguardia e tutela del Patrimonio storico artistico naturale e paesaggistico della Nazione (articolo 9 della Costituzione Italiana) nella convinzione che  “i valori culturali sono beni essenziali per tutti i cittadini e che tutti, attraverso la loro conoscenza, debbono essere messi in condizione di fruirne.”, come affermava Giorgio Bassani, presidente di Italia Nostra dal 1965-1980.   

Ricordando, con Umberto Zanotti Bianco, che… “ogni altra preoccupazione passa innanzi a quella che in un Paese come l’Italia dovrebbe essere tra le prime: salvare cioè e tramandare quanto più possibile intatto l’ingente Patrimonio d’arte giunto a noi dai secoli passati e che è la perpetua attrazione di tutte le genti”.

                            

                                                  Associazione Italia Nostra sezione di Crotone

                                            




ULTIMISSIME
Due arresti nel crotonese
Venerdì 24 Maggio 2019
Giornata contro le Mafie
Venerdì 24 Maggio 2019
Ora che Sono Nato
Venerdì 24 Maggio 2019
Cutro, furto di energia elettrica
Mercoledì 22 Maggio 2019