Mercoledi, 14 novembre 2018 ore 04:01  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
CRONACA

Morti a villa Marrelli: il momento del cordoglio e delle comunicazioni ufficiali

Nel complicatissimo "obbligo" del racconto ci viene in soccorso il comunicato dei Carabinieri e le tantissime testimonianze di cordoglio; il Sindaco Pugliese proclama lutto cittadino

Morti-a-villa-Marrelli-il-momento-del-cordoglio-e-delle-comunicazioni-ufficiali
Domenica 28 Ottobre 2018 - 13:30

Lo abbiamo scritto subito nel flash della notizia arrivata come una tempesta in "Deceduto Massimo Marrelli La morte sarebbe avvenuta per una frana nella sua proprietà privata: coinvolti altri tre decessi": riferiremo dettagli e particolari dell'immane tragedia per non rischiare di raccontare inesattezze.

Eravamo alla disperata ricerca di un complicatissimo intreccio di parole e concetti che non raccontassero fesserie e, soprattutto e contestualmente, mostrassero il sommo rispetto della morte.

Ci è arrivato in soccorso il comunicato ufficiale del Comando provinciale dei Carabinieri ed, anche, quelli di tanti che, ognuno a modo proprio, saluta e tributa.

Isola Capo Rizzuto (KR) – Imprenditore e tre operai deceduti a causa di una frana.

I carabinieri della locale Tenenza sono intervenuti in località S.Anna, via delle Calle dove, durante l’esecuzione di alcuni lavori sulla rete fognaria, presso la residenza dell’imprenditore Marrelli Massimo, si è verificata una frana che ha seppellito, sotto alcuni metri di terra, lo stesso imprenditore e tre operai, B.S. 52enne, C.L.E. 45enne e C.M. 48enne. I corpi, ormai privi di vita, sono stati recuperati dai Vigili del Fuoco di Crotone. Sono in corso indagini della Compagnia Carabinieri di Crotone, con il supporto del personale dell’Ispettorato del Lavoro di Crotone e della sezione rilievi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone, coordinate dalla locale Procura della Repubblica.

Nella notte i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Crotone e i militari hanno alacremente operato in condizioni di assoluta difficoltà e pericolo, a causa delle forti piogge, per estrarre i corpi senza vita.

Anche la Foto di copertina è quella allegata dal Comando Provinciale dei Carabinieri

dal Comune:

La tragedia di S. Anna. Il sindaco Pugliese: provo un dolore profondo, piango la morte di quattro persone. Proclamato il lutto cittadino per il giorno di funerali delel quattro vittime

“Una tragedia immane. Provo un dolore profondo. Piango la morte di quattro persone.

Sono sconvolto, addolorato e con me tutta la comunità cittadina.

La tragedia si è consumata nella proprietà del Dott. Massimo Marrelli che aveva come missione il lavoro, era il suo impegno quotidiano, era la sua vita ma che aveva anche una visione ampia di comunità e di socialità.

C'è spazio solo per il dolore per le vittime, il cordoglio per le famiglie, la vicinanza alle tante persone che fanno parte del Gruppo Marrelli

Esprimo il cordoglio più sentito per la scomparsa di Massimo (Marrelli), Santo (Bruno),  Luigi (Ennio Colacino) e di Mario (Cristofaro)”.

Sono le dichiarazioni del sindaco Ugo Pugliese a seguito della tragedia che si è consumata nella notte.

Il sindaco ha convocato una giunta straordinaria, per esprimere il cordoglio cittadino per la grave sciagura

Alla giunta hanno partecipato il presidente del Consiglio Comunale Serafino Mauro ed i capigruppo consiliari che hanno inteso esprimere il proprio cordoglio per le vittime e anche in considerazione della vicinanza che hanno voluto manifestare alla collega Fabiola Marrelli, consigliera comunale.

E' stato proclamato il lutto cittadino per il giorno dei funerali delle vittime della tragedia di S. Anna

dall'Asp:

I vertici dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone, in questo momento di profondo dolore, esprimono cordoglio e vicinanza ai familiari del Dott. Massimo Marrelli e dei tre operai che hanno tragicamente perso la vita insieme a lui nella notte appena trascorsa.

Un evento funesto, che lascia tutti sgomenti e profondamente addolorati.

Un pensiero particolare va al Dott. Massimo Marrelli, grande professionista e imprenditore di successo, la cui scomparsa lascia un vuoto incolmabile non solo nei propri cari ma in tutta la comunità.

 

Il Direttore Sanitario Aziendale          Il Direttore Amministrativo

      Dr. Agostino Talerico                                      Dr. Giuseppe Fico

 

Il Direttore Generale

Dott. Sergio Arena

 

dalla Regione:

OLIVERIO: "SCONVOLTO PER LA MORTE DI MARRELLI E DI TRE OPERAI"

Il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio esprime profondo cordoglio per la tragedia di Crotone costata la vita a tre operai e all’imprenditore Massimo Marrelli. “Sono letteralmente sconvolto dalla tragedia di stanotte a Isola Capo Rizzuto. Quattro vite umane travolte rappresentano un prezzo troppo grande. Alle famiglie colpite da questo tremendo lutto giungano le mie più sentite condoglianze. Ho sentito Antonella Stasi, moglie dell’imprenditore Massimo Marrelli. Gli ho espresso il mio cordoglio per la morte di Massimo, un imprenditore di successo che con la sua vulcanica energia, il suo lavoro e la sua determinazione ha realizzato tanto”. g.m.

 

dalle parlamentari crotonesi 5stelle:

Il cordoglio dei parlamentari calabresi del M5S per la tragica morte dell’imprenditore Marrelli e di tre suoi operai.

Le parlamentari del M5S Elisabetta Barbuto e Margherita Corrado, anche a nome di tutti i loro colleghi calabresi del M5S, si stringono intorno alla comunità del Crotonese per il funesto incidente, avvenuto la scorsa notte in territorio di Isola Capo Rizzuto, che ha causato la morte dell’imprenditore Massimo Marrelli e di tre operai del suo gruppo: Santo Bruno, Luigi Ennio Colacino e Mario Cristofaro. I portavoce esprimono profondo cordoglio alle famiglie dei defunti e vicinanza a quanti oggi temono per il proprio futuro lavorativo all’interno delle importanti realtà economiche che il noto imprenditore aveva saputo creare nel nostro disagiato territorio.

 

da Jobel:

Il Consorzio Jobel esprime profondo cordoglio per la tragedia di stanotte in cui hanno perso la vita l’imprenditore Massimo Marrelli e tre operai.

Il presidente Santo Vazzano e tutti i soci di Jobel si stringono attorno al dolore che ha colpito le famiglie delle vittime, il gruppo Marrelli, Crotone e la Calabria tutta che perde un professionista infaticabile, un pioniere del lavoro e dello sviluppo.

 

dal deputato 5stelle Misiti:

MORTE MARRELLI: CORDIGLIO DEL DEPUTATO M5S MISITI

"Esprimo il più profondo cordoglio alla dottoressa Stasi e a tutti i familiari del dottore Marelli e dei tre operai, Mario Cristofaro, Santo Bruno e Luigi Ennio Colacino, che con lui hanno perso la vita la scorsa notte. Morti che creano un senso di impotenza e di immenso dolore. Con il dottore Marrelli non abbiamo mai avuto occasione di conoscerci bene, ma nutrivo stima per la sua capacità imprenditoriale". 

 

dal Consigliere Comunale Galea:

COMUNICATO STAMPA
La tragica ed improvvisa scomparsa di Massimo Marrelli e dei tre operai del suo Gruppo, che ha gettato tutta la città di Crotone in grande costernazione, mi porta nell’immediatezza ad esprimere alla sua famiglia e a quelle dei tre sfortunati lavoratori la mia vicinanza personale e quella di tutto il mio Partito.
Tessere elogi a questo coraggioso e tenace imprenditore, che ha saputo realizzare in campo sanitario strutture di eccellenza, apprezzate non solo nel territorio calabrese, ma anche e soprattutto in quello nazionale, risulta quanto mai superfluo.
Ad attestare, infatti, i suoi grandi meriti professionali ed imprenditoriali sono quanto di fatto è riuscito a realizzare nell’arco degli ultimi quarant’anni, con la CalabroDental prima e il Marrelli Hospital dopo, non arretrando di fronte a nessuna difficoltà, neppure di fronte a quelle con cui ha dovuto lottare proprio nell’ultimi mesi.
La città, per queste sue pregevoli opere, gliene sarà sempre grata e la sua memoria resterà sicuramente indelebile negli anni a venire.
A tutte le forze politiche e alle istituzioni della nostra città spetterà, da subito, il compito di cooperare col massimo dell’impegno, perché il patrimonio da lui messo in piedi non vada assolutamente disperso e affinché i suoi eredi siano più che mai coadiuvati, in tutti i modi e in tutte le forme possibili, specialmente dopo la terribile e assurda tragedia che ha tolto loro la prestigiosa e autorevolissima guida di Massimo. 
In questo drammatico momento, di un così straordinario imprenditore delle nostra città ci sembra doveroso ricordare soprattutto le sue umili origini. Egli è riuscito a compiere un vero e proprio miracolo imprenditoriale, oltre che per la sua grande bravura medico-professionale, per la tenace ed instancabile operosità che, siamo certi, sarà di esempio per tutto il mondo imprenditoriale crotonese, presente e futuro.

 

dal deputato Siclari:

CROTONE, SICLARI (FI): LA CALABRIA È IN LUTTO
“È una Domenica di dolore e lacrime per la Calabria che piange quattro suoi figli morti sul lavoro.
Il mio pensiero va alle quattro vittime della frana avvenuta a Crotone e alle loro famiglie”.
Così il senatore Marco Siclari esprime il suo cordoglio e la sua vicinanza alle famiglie che oggi vivono questo grande dolore.
“Ho conosciuto Massimo Marrelli in occasione del “caso Marrelli” e da subito ho compreso il suo amore verso Crotone e la Calabria. Per questo motivo mi legato a Massimo sin dal primo momento ed abbiamo iniziato a fare squadra per salvare qualcosa di prezioso per la salute dei calabresi e non solo. Caro Massimo continueremo, insieme, questo percorso per il diritto alla salute dei calabresi e sono sicuro che sarai sempre accanto a noi per lottare per i diritti di tutti.
Non ho altre parole, ma solo tanta amarezza per una scomparsa che lascia un vuoto incolmabile. Un abbraccio a Massimo, Santo, Luigi, Mario e alle loro famiglie da tutta la Calabria e da tutti gli italiani. La Calabria è in lutto”.

 

da Fna Consal:

Di fronte alle quattro vite spezzate, nella tragedia verificatasi a Isola Capo Rizzuto (KR) esprimo profonda vicinanza e cordoglio alle famiglie delle vittime di questo nuovo terribile dramma del lavoro che ha scosso tutti. Perdere la vita nell'adempimento dei propri doveri sul posto di lavoro non è mai giustificabile e accettabile. È quanto sostiene Pietro De Tursi segretario provinciale della Fna Consal.
Una tragedia che segna un intero territorio
.
De Tursi,
 si dice inoltre profondamente addolorato per la scomparsa di Massimo Marrelli, un imprenditore a cui va riconosciuta la grande lungimiranza, determinazione  e la completa dedizione al servizio delle sue aziende e del suo territorio che amava moltissimo


Pietro De Tursi
Segretario provinciale della Fna Consal

 

da Camera di Commercio:

La Camera di Commercio di Crotone vicina alle famiglie delle vittime.
Esprimiamo profondo dolore e piangiamo insieme alla nostra Città la perdita di quattro persone, tra cui l’imprenditore Massimo Marrelli, che hanno trovato una morte prematura, mentre erano impegnati a svolgere attività lavorative.
Siamo sconvolti, il terribile incidente ci ha lasciati attoniti – sono le parole del Presidente Alfio Pugliese – quando si verificano queste ingiuste tragedie non ci sono parole che possono colmare perdite così gravi, ma vogliamo manifestare la nostra vicinanza ed il nostro affetto alle quattro famiglie delle vittime.
UFFICIO STAMPA -ufficio.stampa@kr.camcom.it




ULTIMISSIME
Haber diventa Bukowski all'Apollo
Martedì 13 Novembre 2018
Bando dote lavoro e inclusione attiva
Lunedì 12 Novembre 2018
La Pallamano Crotone torna e vince!
Lunedì 12 Novembre 2018
24 sanzioni su 153 veicoli controllati
Domenica 11 Novembre 2018
CrotoneInforma.it