Sabato, 16 febbraio 2019 ore 18:59  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
CRONACA

Dopo gli arresti per gli affari al Cara di Isola non tornavano più i conti: i nomi degli arrestati nell'operazione Tisifone

Gratteri, DDA e Polizia hanno spiegato perchè era già pronta la guerra nel crotonese

Dopo-gli-arresti-per-gli-affari-al-Cara-di-Isola-non-tornavano-pi-i-conti-i-nomi-degli-arrestati-nell-operazione-Tisifone
Giovedì 20 Dicembre 2018 - 13:13

Tisifone è una figura della mitologia greca, una delle tre Furie, sorella di Aletto e Megera.

Era incaricata di castigare i delitti di assassinio: parricidio, fratricidio, matricidio, omicidio.

Un mito racconta che si innamorò di Citerione, che uccise col morso di uno dei serpenti presenti sul suo capo.

E se la DDA di Catanzaro ha voluto denominare proprio con questo nome l’operazione che questa notte ha tratto in arresto e/0 fermato più di 20 persone del crotonese è proprio perché era già pronta una guerra che avrebbe prodotto delitti di assassinio per una regolamentazione di conti.

Conti che non tornavano più dopo lo smantellamento degli interessi che ruotavano intorno al centro d’accoglienza per richiedenti asilo di Isola Capo Rizzuto; conti che non arrivano più dopo gli effetti degli altri arresti della DDA conseguenti all’operazione “Johnny”.

Una operazione complessa, eseguita dagli uomini delle squadra mobile di Crotone e dallo Sco, il Servizio centrale operativo della polizia di Stato, insieme ai colleghi delle mobili di Catanzaro, Taranto, Mantova e dei reparti prevenzione crimine di Cosenza, Vibo Valentia e Siderno, ha colpito presunti esponenti di spicco dei clan del capoluogo e delle popolose cittadine di Isola Capo Rizzuto e Petilia Policastro. Le manette sono scattate anche in alcune città del Nord Italia.

Oggi dai fermi disposti dalla Dda di Catanzaro ed eseguiti dalla Polizia proprio con questa operazione “Tisifone”  emerge quanto sia stato urgente intervenire per  sventare una serie di omicidi, alcuni dei quali, secondo quanto riferito dagli inquirenti, sarebbero stati eseguiti proprio sotto questo Natale.

Ecco i nomi di chi ha ricevuto provvedimenti penali:

 

ARENA Salvatore nato il 30.06.1991 a Crotone,

ASRAT SEYOUM Brook nato il 17.11.1987 in Etiopia, res. Isola di Capo Rizzuto

CALABRETTA Gianfranco nato il 31.05.1987 a Crotone e residente a Isola di C.R.

CAPICCHIANO Antonio nato il 27.11.1977 e residente ad Isola di Capo Rizzuto,

CAPICCHIANO Orlando nato 23.10.1993, Isola di Capo Rizzuto

CAPICCHIANO Salvatore inteso Porcedduzzu nato il 24.07.1975 di Isola di Capo Rizzuto;

CARVELLI Cesare nato il 11.10.1985 a Crotone

CURCIO Rosario inteso Pilirusso nato il 27.07.1960 a Petilia Policastro

DEVONA Rocco inteso Fettina nato il 22.10.1984 a Crotone,

GENTILE Antonio nato il 22.08.1968 a Crotone,

GENTILE Giuseppe, inteso Pepè nato il 20.12.1974 a Isola di Capo Rizzuto

GIARDINO Alessandro nato il 16.04.1998 Isola di Capo Rizzuto

IERARDI Tommasino, nato a Petilia Policastro (KR) il 28.10.1977

LENTINI Antonio nato il 14.06.1999 a Crotone

MACRILLO’ Francesco nato il 20.05.1993 a Crotone

MANFREDI Antonio nato il 21.11.1999 a Crotone

MANFREDI Luigi nato il 30.04.1997 a Crotone

MUCCARI Giovanni nato il 17.11.1988 a Isola di Capo Rizzuto

NICOSCIA Antonio inteso Macchietta o Mulinello, nato il 02.03.1977 a Isola di Capo Rizzuto

NICOSCIA Antonio nato il 23.11.1987 residente ad Isola di Capo Rizzuto

PAPALEO Santo Claudio nato il 06.09.1988 residente a Isola di Capo Rizzuto

SERAPIDE Carmine nato il 13.11.1987 residente a Isola di Capo Rizzuto

SESTITO Antonio nato il 28.12.1978 a Crotone




ULTIMISSIME
Chiusura al traffico del lungomare
Venerdì 15 Febbraio 2019
Evaso dai domiciliari, arrestato
Venerdì 15 Febbraio 2019
PD, ripartire dal basso
Venerdì 15 Febbraio 2019
Kroton Sounding
Giovedì 14 Febbraio 2019
Doppia operazione dei Carabinieri
Giovedì 14 Febbraio 2019