Sabato, 20 aprile 2019 ore 18:18  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
POLITICA

Siclari risponde al Ministro Bussetti

"Venga a vivere al Sud, per capire cosa significa impegno e sacrificio"

Siclari-risponde-al-Ministro-Bussetti
Domenica 10 Febbraio 2019 - 12:20

«Il ministro Bussetti venga a vivere al Sud. Avrà modo di capire, forse, cosa significhino davvero impegno a sacrificio. Chieda scusa e si dimetta». Lo afferma il senatore di Forza Italia, Marco Siclari, replicando alle dichiarazioni del ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti. «Sarà mio gradito ospite – incalza Siclari – così potrà comprendere quanto la gente del sud offra quotidianamente in termini di solidarietà e umanità». Ma il senatore azzurro va oltre: «Se starà male, conoscerà cosa significa “diritto alla Salute” al Sud, o in Calabria in particolare. Se ha dei figli che cercheranno lavoro, capirà cosa vuol dire avere un sogno in mano e lottare lontano da casa e famiglia affinché si realizzi». Il senatore reggino non ci sta: «È proprio in assenza di diritti come quello all’istruzione, alla Salute, al lavoro, che la gente del Sud è costretta a sopravvivere. Ma ciò non significa che si debba essere isolati dal Governo e considerati sempre ultimi fra gli ultimi. Il ministro deve comprendere che l’impegno ed i sacrifici fanno parte di noi, sin dalla nascita, perché il territorio meridionale è diverso da quello ricco del Nord. Qui i giovani migrano per studiare, perfezionarsi e cercare lavoro, sacrificando tutto e arricchendo altre regioni. Ora – aggiunge Siclari – anche i loro genitori, rimasti disoccupati, devono andare via per avere un lavoro e mandare parte dello stipendio ai familiari rimasti giù». Il senatore di Forza Italia pone l’accento anche sull’aspetto sanitario: «Chi si ammala deve curarsi fuori dalla Calabria per carenza di strutture sanitarie e assistenza inadeguata. Ed è anche inutile parlare delle infinite liste d’attesa per potersi curare». Siclari, dunque, invita Bussetti ad imparare che «anche noi siamo cittadini italiani, siamo quelli che hanno fatto l’Italia e stanno facendo sopravvivere il Nord». Il senatore invita il ministro a «chiedere scusa ai cittadini del Sud, soprattutto agli studenti, o spieghi meglio il suo concetto, altrimenti non potrà mai rappresentarci. Per quanto mi riguarda – conclude Siclari – si può dimettere anche adesso».