Mercoledi, 19 giugno 2019 ore 22:48  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
POLITICA

Una nuova strada che nasce dal dialogo con i cittadini

"Il quartiere e migliaia di cittadini hanno una strada alternativa da percorrere"

Una-nuova-strada-che-nasce-dal-dialogo-con-i-cittadini
Venerdì 07 Giugno 2019 - 14:15

E' la strada di collegamento tra via Leoncavallo e viale Gandhi che è stata aperta al traffico veicolare e pedonale ieri sera nel quartiere Tufolo.

Da ieri sera, dunque il quartiere, migliaia di cittadini, hanno una strada alternativa da percorrere che, tra l'altro, servirà anche gli istituti scolastici ubicati nella zona.
“I quartieri Tufolo e Farina pur essendo ad altra densità abitativa non hanno mai avuto negli anni passati la necessaria attenzione. Attraverso il dialogo che si è instaurato con i cittadini abbiamo messo in campo una programmazione specifica per migliorare non solo la viabilità ma anche la vivibilità della zona. Questa strada di collegamento nasce proprio dalla esigenza che ci è stata rappresentata. E noi vogliamo dare risposte concrete alla cittadinanza” ha detto l'assessore ai Lavori Pubblici Leo Pedace.

Una volta individuata la soluzione gli uffici tecnici coordinati dal dirigente Giuseppe Germinara con il funzionario Francesco Ciccopiedi hanno realizzato il collegamento che prevede anche nuovi marciapiedi per favorire l'accesso pedonale ed allo stesso tempo dissuasori per il rispetto dei limiti di velocità.

Non è stato trascurato nemmeno l'arredo urbano con la creazione di una installazione luminosa oltre che un nuovo impianto di illuminazione sul tutto il tratto stradale.

C'è la massima attenzione verso i quartieri della città e stiamo mettendo in campo tante iniziative per migliorarne la vivibilità. E' maggiore la soddisfazione quando si realizzano opere che nascono dal dialogo con i cittadini come il caso di questo nuovo collegamento stradale” ha detto il sindaco Ugo Pugliese.

Presenti ieri sera numerosi residenti della zona, gli assessori Galdieri, Romano e Gentile ed i consiglieri comunali De Franco, Gaetano, Marrelli, Mercurio, Familiari, Pedace e la consigliera regionale Flora Sculco.

 

Riceviamo e Pubblichiamo