Mercoledi, 11 dicembre 2019 ore 18:47  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
CRONACA

Tribunale di Crotone in pieno collasso

Carenza del 54% di cancellieri e la disponobilita’ di appena n° 2 autisti

Tribunale-di-Crotone-in-pieno-collasso
Lunedì 22 Luglio 2019 - 13:17

In relazione alla criticità in oggetto, come può rilevarsi dall’unita documentazione, il Presidente del Tribunale di Crotone, da tempo, sta chiedendo al Ministero della Giustizia di favorire il più ampio funzionamento della propria attività, anche con un provvisorio ma ineludibile potenziamento degli Organici Amministrativi.

La UILPA, con il conforto dei giornali di carta stampata  ed on-line, sta tempestando l’onorevole Alfonso Bonafede di opportuni solleciti nell’interesse del potenziamento della macchina giudiziaria in quella Provincia e di un giustificato soccorso  al Personale Amministrativo, ormai esausto per il continuo moltiplicarsi del proprio impegno, causato dal progressivo depotenziamento degli organici dovuto ai pensionamenti ulteriormente in corso.

Il Ministro della Giustizia, in quanto proveniente da Regione infestata dalla “Camorra” ed inserita in un contesto di Territori meridionali a dilagante penetrazione mafiosa, sembra che – timidamente – stia osservando la carenza di Magistrati giustamente denunciata dai Procuratori della Repubblica di Reggio Calabria e Castrovillari ma non dà segnali di vita a fronte delle altrettante legittime denunce di carenze Amministrative avanzate dal Tribunale di Crotone e da questo Sindacato.

In tale quadro, appare indispensabile che uno scatto di orgoglio da parte della Minoranza Parlamentare Calabrese possa essere capace di smuovere da tale assordante silenzio un Ministro della Giustizia che elude il proprio ruolo con il fermo sostegno della Maggioranza Governativa che non ha a cuore i bisogni e le urgente dell’intero Mezzogiorno del Paese, ma si preoccupa di lotte agli immigrati, di Tav ed  incarichi in Europa.

In merito alle iniziative della UILPA, pervengono da Associazione e singoli Cittadini ampi consensi ed inviti ad insistere sulle rivendicazioni; e ciò in quanto l’assoluto silenzio su fatti concreti si sta rilevando prevalente rispetto alle politiche degli annunci e delle promesse, che stanno infastidendo e ridimensionando lo stesso elettorato delle due forze politiche al potere.

Una presa di posizione dei Parlamentari Calabresi, non coinvolti dall’ansia di potere continuamente diffusa dalla pericolosa diarchia governativa, forse riuscirà a risuscitare, contro altrettanto pericolose tentazioni autonomistiche, il concreto interesse del recupero del Meridione per un consolidamento dell’unita d’Italia, nel cui contesto la Provincia di Crotone e il baluardo della Giustizia, oggi sembrano stabilmente relegati all’ultimo posto del contesto Europeo.

In buona conclusione la UILPA, Sindacato maggiormente rappresentativo nell’intera Calabria, auspica che un autentico scossone da parte delle Persone che hanno ottenuto il sentito suffragio della popolazione interessata, possa  squarciare questo antistorico silenzio in cui navigano le Istituzione del Paese ed, in particolare, il Ministero della Giustizia.

 

Riceviamo e Pubblichiamo




CrotoneInforma.it