Martedi, 17 settembre 2019 ore 08:18  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
CRONACA

Arrestate 3 Persone

Diversi i controlli nell’ambito del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale - Focus ‘ndrangheta”

Arrestate-3-Persone
Domenica 04 Agosto 2019 - 11:41

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale - Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

- Arrestate nr. 03 persone;

- deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 07 persone, di cui nr. 02 all’Autorità Amministrativa;

- controllate nr. 43 persone sottoposte a misure di sicurezza;

- identificate nr. 954 persone;

- controllati nr. 496 veicoli (anche con sistema Mercurio);

- effettuati numerosi posti di controllo;

- elevate nr. 30 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;

- effettuati nr. 06 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;

- effettuate nr. 31 perquisizioni;

- accompagnate nr. 09 persone in Ufficio per identificazione;

- respingimenti con Ordine del Questore nr. 26;

- effettuati nr. 13 controlli amministrativi e, contestualmente, elevate nr. 02 sanzioni amministrative.

 

Nella serata del 27 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato amministrativamente al sig. Prefetto, G. G. M. I., nato in Spagna, classe 1970, senza fissa dimora in Italia, con precedenti di Polizia, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti. Nella circostanza il predetto, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di grammi 3,3 di sostanza stupefacente del tipo marijuana, opportunamente sequestrata.

Nella serata del 27 luglio 2019, personale della Questura di Crotone Divisione P.A.S.I. - Squadra di Polizia Amministrativa, in occasione dei festeggiamenti civili e religiosi in onore a San Pantaleone, si è recato in Papanice ove ha effettuato alcuni controlli amministrativi, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:

 

  • presso un bar, dopo aver accertato le autorizzazioni previste per l’esercizio di somministrazione di alimenti e bevande, veniva emesso biglietto di invito in Questura per la presentazione del contratto stipulato per la corretta applicazione del piano di autocontrollo igienico sanitario denominato HACCP previsto dal Reg. CE n. 852/04, nonché ricevuta del pagamento dell’occupazione del suolo pubblico;

 

  • nel corso di un controllo di un esercizio ambulante per la rivendita di giocattoli, si accertava che il titolare della licenza non era munito di autorizzazione per l’occupazione della sede stradale che, pertanto, risultava occupata abusivamente con il posizionamento di bancarelle. Il predetto venditore ambulante veniva sanzionato ai sensi dell’art 20, comma 1, 4 e 5 cds alla sanzione amministrativa pecuniaria prevista di € 173,00;

 

  • nel corso di un controllo di un esercizio ambulante per la rivendita/esposizione di manufatti artigianali di produzione propria, si accertava che il titolare della licenza non era munito di autorizzazione per l’occupazione della sede stradale che, pertanto, risultava occupata abusivamente con il posizionamento di una bancarella. Il predetto veniva sanzionato ai sensi dell’art 20, comma 1, 4 e 5 cds alla sanzione amministrativa pecuniaria prevista di € 173,00.

 

Nel pomeriggio del 28 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà B. A., nato in Germania, classe 1987, perché resosi responsabile del reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere. Nella circostanza il predetto, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di due coltelli, uno della lunghezza complessiva di cm. 19 e lama appuntita di cm. 8,50, e l’altro della lunghezza complessiva di cm. 17 e lama arrotondata di cm. 8,20, entrambi opportunamente sequestrati.

Con riferimento allo sbarco avvenuto nelle prime ore del 29.07.2019 presso il Porto di Crotone, personale della locale Squadra Mobile, unitamente ai militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Crotone, all’esito della attività investigative incentrate alla ricerca di eventuali scafisti, hanno tratto in arresto i seguenti cittadini ucraini:

 

1. P.V., cittadino Ucraino del 1983;

2. T.I., cittadino Ucraino del 1987;

3. S.S., cittadino Ucraino del 1988

 

indagati in stato di arresto in ordine ai reati previsti dall’art. 416 c.p. ed art. 12 comma 1,3 e 3bis, D.Lgs. 286/98 per avere, in concorso tra loro ed in esecuzione di un medesimo disegno criminoso, in violazione delle norme del decreto legislativo 286/98, effettuato il trasporto di stranieri nel territorio dello Stato ovvero compiuto altri atti diretti a procurarne illegalmente l’ingresso nel territorio dello Stato ovvero di altro Stato del quale la persona non è cittadina; avendo la condotta illecita riguardato l’ingresso di più di cinque persone, con pericolo per la vita o l’incolumità dei migranti trasportati in condizioni inumane.

SEGUIRÀ SEGNALAZIONE

Nel pomeriggio del 29 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Catanzaro B.S., nato a Catanzaro nel 2003 e S.A., nato a Catanzaro nel 2002, resesi responsabili dei reati di furto aggravato in concorso e, solo per uno di essi, rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale.

Nella giornata dell’1 agosto u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà il minore P. S., crotonese, classe 2002, perché resosi responsabile della reiterazione del reato di guida senza patente.

Nella mattinata dell’1 agosto u.s., personale della Polizia di Stato ha effettuato mirati controlli amministrativi, di interesse anche investigativo, presso un camping di una località di questa provincia. Nel corso delle attività sono state identificate nr. 9 persone e all’esito dei controlli si è proceduto ad invitare il titolare presso i nostri Uffici al fine di esibire le autorizzazioni necessarie e i regolari contratti di lavoro di tutti i dipendenti assunti poiché oltre il 20% di coloro che lavoravano all’interno del camping riferivano di non godere delle garanzie della regolare assunzione.

Inoltre a seguito di un controllo nei pressi di una serie di moduli abitativi sono stati rinvenuti e sequestrati n. 3 involucri contenenti della sostanza risultata successivamente essere di tipo stupefacente meglio di seguito indicato:

- Sostanza erbosa, disseccata, di colore verde, contenuta in 1 (uno) involucro in plastica trasparente, del peso loro di 5.0 grammi;

- Sostanza erbosa, disseccata, di colore verde, racchiusa in 1 (uno) involucro di plastica trasparente del peso lordo di 5.0 grammi;

- n.2 sigarette artigianali, contenute in un pacco di sigarette del peso netto di 0.9grammi.

 

Infine, nel corso di un controllo all’interno di un modulo abitativo in uso a al cittadino albanese R. V., classe 90, veniva rinvenuta:

- Nr.01 dose di tipo stupefacente ed in particolare “sostanza erbosa di tipo cannabis del peso lordo di grammi 04;

- Nr.01 dose sostanza solida di colore marrone del tipo cannabis /hashish del peso lordo di grammi 2,5.

Alla luce di quanto sopra, il cittadino albanese veniva segnalato al Sig. Prefetto in quanto assuntore di sostanza stupefacente.

 

Il 2 agosto 2019, personale della Questura di Crotone Divisione P.A.S.I. - Squadra di Polizia Amministrativa, unitamente a personale dell’U.P.G. S.P., Ufficio di Gabinetto e della Squadra Mobile, ha effettuato controlli amministrativi in questo centro cittadino, all’esito dei quali ha conseguito i seguenti risultati:

  • presso un’attività di alimenti e bevande, al termine della verifica, il titolare veniva invitato a presentarsi presso gli Uffici della Questura al fine di portare in visione la documentazione inerente le autorizzazioni comunali ed inoltre veniva segnalato alla locale ASL – SIAN per la mancata attuazione del piano autocontrollo HACCP;
  • presso un’attività di alimenti, al termine della verifica, il titolare veniva invitato a presentarsi presso gli Uffici della Questura al fine di portare in visione la documentazione inerente il pagamento dell’occupazione del suolo pubblico;
  • presso un bar, al termine della verifica, il titolare veniva invitato a presentarsi presso gli Uffici della Questura al fine di portare in visione la documentazione inerente i contratti dei dipendenti li trovati in attività lavorativa ed inoltre veniva segnalato alla locale ASL – SIAN per la mancata attuazione del piano autocontrollo HACCP;
  • presso un bar, al termine della verifica, il titolare veniva invitato a presentarsi presso gli Uffici della Questura al fine di portare in visione la documentazione inerente le autorizzazioni comunali inerenti l’occupazione del suolo pubblico ed inoltre veniva segnalato alla locale ASL – SIAN per la mancata attuazione del piano autocontrollo HACCP;
  • presso una pizzeria, al termine della verifica, il titolare veniva invitato a presentarsi presso gli Uffici della Questura al fine di portare in visione la documentazione inerente le autorizzazioni comunali ed occupazione del suolo pubblico ed inoltre veniva segnalato alla locale ASL – SIAN per la mancata attuazione del piano autocontrollo HACCP;

 

Nella serata del 2 agosto 2019, personale della Squadra Volanti ha deferito in stato di libertà, per inottemperanza al decreto di espulsione, E. H., marocchino classe 1986.