Crotone città solidale

La segretaria cittadina Stefanizzi, ha evidenziato il ruolo fondamentale ricoperto dalle cooperative sociali e dalle associazioni di volontariato.

È stato questo il tema al centro dell’incontro tra la segreteria cittadina del Partito

Democratico di Crotone e i rappresentanti della cooperazione sociale.

La segretaria cittadina del PD, Antonella Stefanizzi, che ha voluto fortemente inserire questo appuntamento nell’agenda degli impegni del suo partito, ha evidenziato il ruolo fondamentale ricoperto dalle cooperative sociali e dalle associazioni di volontariato, svolto nella città di Crotone.

È una città in sofferenza – ha sottolineato la Stefanizzi – messa ancora di più a dura prova dalla pandemia.
In città gli effetti del Covid-19 non si sono sentiti tanto sul piano sanitario quanto, invece, su quello sociale ed economico.
Molte famiglie sono allo stremo, soprattutto quelle che erano già in sofferenza prima dell’epidemia, e spesso sono state lasciate sole, con il solo supporto dato proprio dal terzo settore. Da quelle famiglie deve ricominciare la nostra azione politica e amministrativa.

Il discorso si è, quindi, spostato sulle prossime elezioni amministrative e soprattutto sulle azioni da dover mettere in campo.

Pino De Lucia, responsabile di Legacoop Crotone, ha anticipato i contenuti di un documento che pone impegni precisi individuando aree d’azione e target da raggiungere attraverso gli interventi in favore delle fasce più deboli.

Le povertà, i servizi alla persona, le politiche abitative, l’ambiente e un progetto di crescita della città sono stati i temi messi sul tavolo dalla delegazione del mondo cooperativo che hanno posto l’attenzione sul disagio sociale che stanno vivendo soprattutto alcune categorie.

La Stefanizzi ha analizzato con attenzione i temi proposti e ha assicurato che saranno inseriti all’interno del programma di governo della città che il PD, insieme alla coalizione che si sta formando in questi giorni, andrà a costruire.

Mettere questi temi – ha concluso la Stefanizzi – nel programma elettorale è un dovere, soprattutto per chi ha la nostra sensibilità sociale, ma voglio andare oltre, perché la ricerca delle soluzioni per affrontare il disagio sociale vanno ricercate insieme al Terzo Settore che deve diventare reale protagonista delle politiche sociali della città.