Quantcast

Gentile: “Troppi fondi persi; serve impegno concreto”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma di Vincenzo Gentile, Componente del direttivo FdI della Provincia di Crotone

Riceviamo e Pubblichiamo:

In un territorio dove si fa fatica a reperire fondi e dove il più delle volte non si riesce neanche a progettare al Comune di Crotone – Ente Capofila del distretto socio-assistenziale, ci si prende il lusso di ritardare il ritardabile con la conseguenza di far perdere opportunità straordinarie per il territorio, in particolare nel garantire servizi e nell’offrire opportunità lavorative ai tanti professionisti del sociale.

Ultima in ordine di tempo, la mancata osservanza dei tempi di attuazione della convenzione del progetto “Home Care Premium 2019“; in particolare la mancata stipula della convenzione con Inps per il potenziamento di attività a carattere sociale orientato all’assistenza domiciliare a favore di persone non autosufficienti dipendenti/pensionati pubblici e i suoi familiari, ha determinato la restituzione delle somme per oltre 405 mila euro, già anticipate al Comune di Crotone ed una perdita complessiva di oltre un milione di euro (1.642.108,00 euro) persi per non aver ottemperato ai tempi tecnici della presentazione della documentazione.

Ma tutta la programmazione e la gestione dei progetti è in grave ritardo, in particolare:

-Non è stato istituito l’Ufficio di Piano;

– Per capacità di spesa in ambito sociale, l’Ambito di Crotone e tra gli ultimi in Calabria;

– Non è stata attuata la nuova riforma del terzo settore;

– Gravi ritardi in altre progettazioni.

Una situazione non certo da addebitare alla gestione commissariale (durata in totale 10 mesi) ma ad una gestione scellerata degli ultimi anni del governo di centrosinistra ed al valzer di dirigenti in quel settore specifico, ben cinque negli ultimi anni.

Tante opportunità perse ed altrettante in bilico.

Nessuno ne parla, la politica fa finta di non vedere e non sentire ed intanto il distretto socio-assistenziale di Crotone che comprende ben sette Comuni (oltre a Crotone anche Isola di Capo Rizzuto, Cutro, Belvedere Spinello, Rocca di Neto, San Mauro Marchesato e Scandale) rischia di sprofondare nell’abisso più profondo.

Serve una scossa e il nostro candidato sindaco Antonio Manica, dovrà mettere tra i primi punti dell’agenda politica-amministrativa questa situazione.

Una presa di coscienza forte ed un impegno concreto verso un settore, quello sociale che ha bisogno di certezze e non più di “persone sbagliate al posto sbagliato”.

Non è più possibile continuare su questo percorso di non ritorno.

Il gruppo provinciale di Crotone di Fratelli d’Italia sarà affianco ad Antonio Manica e vigilerà affinché ci sia lo stravolgimento della situazione attuale delle politiche sociali a Crotone, sia nelle sedi opportune, sia nelle piazze e soprattutto tra la gente che assiste inerme a questo declino continuo.