Il 2020 dell’aeroporto lametino vede meno di 1 milione di passeggeri transitati, -67,7% rispetto al 2019

Per la pandemia gli aeroporti italiani hanno chiuso l'anno con una media del 57,2% di movimenti in meno e 72,6% di passeggeri persi

Più informazioni su

    Pubblicati i dati complessivi del traffico aereo nazionale nel 2020 da parte di Assoaeroporti, con la pandemia che ha colpito pesantemente tutto il sistema degli aeroporti italiani che hanno chiuso l’anno con una media del 57,2% di movimenti in meno e 72,6% di passeggeri persi, oltre ad un calo del 23,7% del settore cargo.
    Il sistema calabrese, che si regge principalmente solo sullo scalo lametino, vede numeri negativi ma migliori di quelli nazionali: 14.197 movimenti (-44,2%), 961.718 (-67,7%), 1.860,3 tonnellate cargo (50,1%).
    Numeri molto più contenuti per gli altri due aeroporti peggiorati dalla pandemia: Reggio Calabria registra 2.412 movimenti (-56,9%), 108.538 passeggeri (-70,3%), 9,5 tonnellate cargo (-67,7%); Crotone 534 movimenti (-52,4%) e 53.593 passeggeri (-68,4%).
    Trend che, prendendo in esame il solo mese di dicembre (tradizionalmente dedicato a spostamenti per le festività natalizie), vede Lamezia Terme registrare 978 movimenti (-36,8%), 44.201 passeggeri (-77,1%), 210 tonnellate cargo (+76,7%); Reggio Calabria 198 movimenti (-37,5%), 6.178 passeggeri (-71,2%); Crotone 64 movimenti (-3%) e 4.750 passeggeri (-55,6%).

    Più informazioni su