Quantcast

Confusione ed imbarazzo di fronte al disservizio spiegato con il deserto

Marrelli e Pedace intervengono a proposito dell'infausto esito della gara per il trasposto scolastico

Più informazioni su

riceviamo e pubblichiamo:

Abbiamo appreso poc’anzi dalla stampa che la gara per il trasposto scolastico è andata deserta, nella nota si riportano testuali parole dell’assessore Via (ha fatto ogni sforzo per assicurare il trasporto scolastico, nonostante le limitazioni di bilancio e senza far pesare sulle famiglie l’onere di eventuali aumenti). Non rivediamo nessuno sforzo e nessun impegno a mantenere in regime il servizio, in entrambe le convocazioni sia in presenza del sindaco che dell’assessore vis avevamo paventato la possibilità di una gara deserta come la possibilità di un eventuale
ricorso in caso di aggiudicazione, tutti eventi noti in procedure di gara che come ben sa chi gestisce la cosa pubblica, generano lungaggini  e ritardi nell’espletamento del servizio, ed e’ per questo che avevamo fortemente richiesto  di attivare sin da subito una proroga tecnica che consentiva di non interrompere il servizio del trasporto scolastico. E’ impensabile come si assisti così in modo del tutto disarmante a decisioni che generarono solo confusione imbarazzo e disservizio ai nostri cittadini. Ci siamo sempre posti in modo propositivi soggetti  attivi e soprattutto uomini e donne  a supporto dell’attività amministrativa. La soluzione assunta dall’Assessore è disarmante di una totale incapacità amministrativa e per tanto chiediamo che prima di fare atti che possano generare  il malessere  dei cittadini di ponderare ogni scelta è possibile azione in quanto i danni sono rilevanti. Ci viene naturale pensare e ad esso di questa inefficienza chi paga le conseguenze????

                            Fabiola Marrelli  Enrico Pedace

Più informazioni su