Quantcast

Voce e Sorgiovanni hanno sbagliato direzione

I consiglieri Enrico Pedace e Fabiola Marrelli fanno eco a quanto scritto qualche giorno fa da Giuseppe Fiorino.

Riceviamo e Pubblichiamo:

A voler essere generosi diciamo che il Sindaco Voce e l’assessore Sorgiovanni hanno sbagliato direzione e non è nemmeno necessario fare inversione di marcia. Infatti, l’approvazione del PNRR (piano nazionale ripresa e resilienza) da parte del CdM e a breve delle Camere, conferma quanto già anticipato dal collega Fiorino (link) e cioè che le risorse per le infrastrutture non rappresenteranno la principale voce del Recovery e, per giunta, per una mobilità sostenibile. Tradotto, progetti in essere ed esecutivi ad impatto ambientale minimo ed incidendo sulla mobilità di bacini demografici significativi ed inibiti da lungo tempo. In pratica il principio ispiratore del Next Generation EU. Ecco perché convengo con l’amico Fiorino che Crotone ha necessità di affermare la propria centralità dovuta alla compatibilità geomorfologica (punto di massima ampiezza della Calabria centro) e all’essere baricentro dello Jonio per poter congiungere, con infrastrutture “veloci”, Tirreno, Jonio e Adriatico (Taranto Bari).
Ma tutto questo, e molto altro ancora, si realizza chiamando a raccolta tutte le energie e i protagonisti locali, primo fra tutti il Consiglio Comunale sulla base di un’idea programmatica aperta al contributo ed all’impegno, soprattutto, di quei partiti che compongono il governo Draghi.
Le forze di CD che rappresentano la coalizione principale dell’opposizione Consiliare hanno già manifestato, come in occasione del frettoloso master Plan del Porto, di voler affrontare nel merito le questioni dello sviluppo soprattutto in una fase delicata ma anche gravida di opportunità che bisogna saper programmare e realizzare. Non avremo molto tempo oltre il 2025 e probabilmente sarà l’ultimo treno.

Enrico Pedace
Fabiola Marrelli
Consiglieri Comunali Gruppo ConSenso