Quantcast

Salvatore Gaetano: “vicino al mondo della pesca crotonese”

L'editore televisivo scrive sulla questione delle royalties.

Più informazioni su

Riceviamo e Pubblichiamo:

«Sono vicino, in modo sostanziale e non formale, e con estrema convinzione politica ed economico-sociale, al mondo della pesca crotonese che in questi giorni sta lottando per il riconoscimento dei propri legittimi diritti. Sulla questione delle royalties occorre massima chiarezza ridando immediata priorità alle ragioni delle decine e decine di lavoratori di Crotone che vivono di pesca e delle attività ad esse connesse». Lo ha dichiarato Salvatore Gaetano, editore televisivo da sempre attento alle questioni riguardanti lo sviluppo di tutti i comparti e settori della marineria jonica. «Tra le attività di cui mi occupo – ha affermato Gaetano – ce ne sono alcune che mi pongono in contatto diretto quotidiano con i protagonisti della grande famiglia crotonese della pesca: dai semplici marinai e pescatori, ai proprietari di imbarcazioni piccole e grandi, a quanti si occupano di stoccaggio e commercializzazione delle specialità ittiche. Tutta gente laboriosa, dedita al lavoro, desiderosa di non disperdere un patrimonio di conoscenze, di tecniche e di tradizioni che sono patrimonio fondamentale della nostra collettività. Siamo di fronte, sia chiaro, a una delle attività più importanti, e con rilevante dimensione identitaria, del capoluogo pitagorico. La condizione di oggettiva difficoltà in cui vive questo mondo, oggi alle prese con l’annosa questione del riconoscimento delle royalties, merita la massima attenzione della politica e delle istituzioni. Rivolgo un appello accorato affinché la battaglia civile e democratica dei nostri pescatori coinvolga, con convinzione e solidarietà massima, tutta la cittadinanza crotonese».

Più informazioni su